Tusciaweb-150x200-luglio-20-b

    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Montalto di Castro - Interviene il consigliere comunale del M5S Francesco Corniglia

“Sospensione Caci: situazione grave, inutile far finta di niente”

Condividi la notizia:

Francesco Corniglia

Francesco Corniglia

Montalto di Castro – Riceviamo e pubblichiamo –  Il sospeso Sergio Caci dichiara sui social la presenza di “qualche meccanismo perverso” e che “ci sono molti elementi strani in questa storia e li chiarirò al giudice”.

A Montalto dopo decenni di sindaci di sinistra il fatto indiscutibile è che viene condannato in primo grado un sindaco di centrodestra. Altro fatto indiscutibile è che si tratta di condanna di primo grado e non di avviso di garanzia. Quindi cosa assai più grave e seria.

C’è stato un processo, sono state raccolte prove e registrazioni ed alla fine è arrivata una sentenza che riporta le motivazioni per cui il tribunale di Civitavecchia ha inflitto la condanna a tre anni e due mesi.

Mi viene in mente Renzi quando diceva di volersi godere la crisi gialloverde mangiando popcorn davanti alla tv. Oggi a Montalto c’è chi volutamente cerca di tirarci in mezzo a una brutta storia del 2012 accumunandoci ai cattivi, ai persecutori, ai disfattisti che non amano il loro paese. Sui social si parla genericamente di “tutta l’opposizione”, forcaiola e giacobina capace solo di spiare dal buco della serratura e di sparlare contro la buona e misericordiosa maggioranza civica che guida il paese, capace ed operosa.

Respingo con forza qualsiasi accusa palese o velata e ci difenderemo nelle sedi opportune contro chi distorce la nostra posizione. Una posizione fin da subito di assoluta trasparenza e serietà. Rispetto per la magistratura e nessuna facile strumentalizzazione politica. Questo ho detto fin dal primo giorno. 

La situazione è assai grave e in evoluzione. Inutile far finta che non sia successo niente e partecipare senza fascia alle manifestazioni dicendo di essere un normale cittadino o dire di essere sospesi tra le note.

Ci sarà un probabile ricorso contro la sospensione e il processo d’appello. Non siamo certo noi a pubblicare certi post sui social quando il buonsenso dovrebbe solo consigliare un assoluto silenzio.

Se invece vogliono continuare a fomentare il dibattito allora che entrassero nei particolari e spiegassero cosa è successo sette anni fa, rendessero pubbliche le registrazioni, le determine e quant’altro. E lo dicessero anche e soprattutto in consiglio comunale.

Intanto i problemi reali restano ad iniziare dalle bollette dell’acqua e dalle opere incompiute. Ma questo sembra interessare poco.

Francesco Corniglia
Consigliere comunale M5S


Condividi la notizia:
4 dicembre, 2019

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR