--
    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Cronaca - I giudici hanno riconosciuto il diritto a entrare in Italia a 14 persone rimandate in Libia nel luglio 2009.

Tribunale di Roma: “Illegittimi respingimenti migranti eritrei”

Bassano-Presepe-19-560x60

Condividi la notizia:

Un barcone carico di migranti

Un barcone carico di migranti

Roma – Migranti eritrei respinti, è illegittimo. A stabilirlo il tribunale civile di Roma che ha riconosciuto il diritto a entrare in Italia e a chiedere protezione internazionale a 14 eritrei, rimandati dalle autorità italiane in Libia.

I 14 eritrei per il tribunale hanno anche diritto a un risarcimento. Lo annuncia Amnesty International che con l’Asgi, l’Associazione per gli studi giuridici sull’Immigrazione, aveva promosso un’azione contro il respingimento avvenuto nel luglio 2009.

Nella sentenza il tribunale civile ha applicato l’articolo 10 della Costituzione che al comma tre “riconosce allo straniero il diritto di asilo che deve ritenersi applicabile anche quando questi si trovi fuori dal territorio dello Stato per cause a esso non imputabili”.

La sentenza, precisano Amnesty International e Asgi, fa riferimento “a quanto avvenuto tra il 2009 e il 2010 quando, a seguito della conclusione dell’Accordo con la Libia, l’Italia ha effettuato numerosi respingimenti: Tale prassi era stata ritenuta illegittima già dalla Corte europea per i diritti umani ma, nonostante la condanna all’Italia, molti richiedenti asilo sono rimasti in attesa del giusto risarcimento e, soprattutto, senza la possibilità di accedere a una forma di protezione”.


Condividi la notizia:
3 dicembre, 2019

    • Articoli recenti

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR