--
    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Anche tu redattore - Viterbo - Alessandro Pascucci ringrazia anche i medici del reparto malattie infettive e gli infermieri di ortopedia

“Belcolle, grazie all’operazione della dottoressa Inciocchi recupererò l’uso della mano”

Condividi la notizia:

Viterbo - L'ospedale di Belcolle

Viterbo – L’ospedale di Belcolle

Viterbo – Riceviamo e pubblichiamo – Quello che racconto è un fatto di buona sanità accaduto all’ospedale di Belcolle di Viterbo e specificatamente nel reparto di ortopedia e microchirurgia della mano.

Era domenica 24 novembre e mentre lavoravo a casa mi sono tagliato il dorso della mano destra con una lama affilatissima da legno montata su un frullino, provocando un taglio profondo dal quinto dito fino a metà avambraccio con grave lesione ai tendini estensori e fratture al terzo, quarto e quinto metacarpo con perdita di sostanza ossea, cutanea e tendinea.

Portato al pronto soccorso dell’ospedale di Tivoli, abitando nelle vicinanze, dopo le prime cure mi comunicavano che lì non erano attrezzati e che aveva risposto positivamente alla loro richiesta l’ospedale di Belcolle quindi in ambulanza venivo trasportato li. All’ottavo piano venivo visitato da quello che si è poi rivelato il mio angelo, la dottoressa Sabrina Inciocchi che mi ha subito trasmesso la sua immensa umanità.

Dopo avermi messo al corrente della situazione che non era rosea per niente e nonostante la dottoressa, credo, fosse quasi a fine turno, decideva di operarmi immediatamente perché vi era un elevato rischio d’infezione con la probabilità che mancasse tessuto cutaneo per saturare l’immenso taglio. Mi sono risvegliato nel reparto circa alle 22,30, dopo parecchie ore d’intervento chirurgico, e la dottoressa con la sua dolcezza comunicava a me e i miei parenti che era andato tutto bene. Ricordo che già cambiata, prima di lasciare l’ospedale per andare a casa, è passata a trovarmi per sincerarsi di come mi sentivo e questo è accaduto altre volte, addirittura quando non era in servizio nel reparto.

La degenza è stata abbastanza lunga quasi 15 giorni perché per scongiurare il rischio infezione ho dovuto fare massicce dosi di antibiotici che solo in ospedale si possono assumere. Oggi grazie alla splendida persona, professionale, scrupolosa, umana che è la dottoressa Sabrina Inciocchi ho iniziato la fisioterapia e recupererò al 100 percento l’uso della mano.

Un ringraziamento anche ai medici del reparto malattie infettive, perdonatemi se non ricordo i nomi, che hanno scongiurato il rischio infezione e un particolare ringraziamento anche a tutti gli infermieri del reparto ortopedia che si sono dimostrati preparati ma soprattutto umani. Ogni volta che guardo la vistosa cicatrice non mi affliggo perché penso a tutti voi, grazie ancora a tutti.

Alessandro Pascucci


Anche tu redattore – le segnalazioni dei lettori

Chiediamo a tutti i lettori di segnalare ogni situazione interessante giornalisticamente.

Un ingorgo nel traffico, una festa, una sagra, un incidente, un incendio o qualsiasi situazione che secondo voi merita attenzione a Viterbo e in tutta la Tuscia. Basta azionare il telefonino, fotografare e scrivere due righe con nome e cognome inviandole alla redazione, specificando se si vuole essere citati nell’articolo e/o come autori delle foto, e far riferimento all’iniziativa “Anche tu redattore”. In ogni caso va inserito un proprio contatto telefonico (preferibilmente cellulare) che, ovviamente, non sarà reso pubblico. Le foto e i video devono essere realizzate da chi fa la segnalazione. Alcuni tipi di segnalazione, per chiari motivi legali e giornalistici, non possono essere pubblicate senza firma esplicita con nome e cognome. Tusciaweb si riserva di pubblicare o meno a propria assoluta discrezione le segnalazioni.

Insieme potremo fare un giornale sempre più efficace e potente al servizio dei cittadini della Tuscia. I materiali inviati non vengono restituiti e divengono di proprietà della testata.

Tutti i materiali inviati alla redazione, attraverso qualsiasi forma e modalità, si intendono utilizzabili in ogni forma e modo e pubblicabili. I materiali non vengono restituiti. Le foto verranno marchiate con “Tusciaweb copyright”.

Puoi inviare foto, video e segnalazioni contemporaneamente a redazione@tusciaweb.it e redazione.tusciaweb@gmail.com. In questo caso i testi vanno inviati in allegato in word.

Puoi anche usare WhatsApp con questo numero 338/7796471 senza nessun costo.


Condividi la notizia:
20 gennaio, 2020

    • Altri articoli

    • Articoli recenti

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR