--
    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Cronaca - Giulio Marini, capogruppo in consiglio comunale di Forza Italia, lancia la proposta del partito - L'idea è di concorrere per il 2033

“Capitale europea della cultura, punteremo su Viterbo città dei papi”

di Maurizia Marcoaldi
Condividi la notizia:

Viterbo - Forza Italia propone Viterbo come capitale europea della cultura

Viterbo – Forza Italia propone Viterbo come capitale europea della cultura

Giulio Marini

Giulio Marini

Il sindaco Giovanni Arena

Il sindaco Giovanni Arena

Mauro Proietti

Mauro Proietti

L'assessore Antonella Sberna

L’assessore Antonella Sberna

Viterbo – “Capitale europea della cultura, punteremo su Viterbo città dei papi”. Così Giulio Marini lancia la proposta di Forza Italia in una conferenza stampa, nel pomeriggio nella sala del consiglio comunale, in cui il partito ha proposto la candidatura della città dei papi per il titolo del 2033. 

“Qualcuno può aver sorriso visto che il titolo verrà conferito nel 2033 e mancano diversi anni per arrivarci – ha chiarito Giulio Marini –. Ma voglio precisare che quella del 2033 è l’unica finestra aperta per la candidatura di una città italiana. Altre date non ci sono. La candidatura va presentata nel 2027 e accettata nel 2029. Poi ci sarà lo sprint finale per concorrere al titolo”. 

Il capogruppo di Forza Italia in consiglio comunale Giulio Marini chiarisce fin da subito il lungo percorso che la città di Viterbo dovrà, se vorrà, intraprendere. Un cammino che vede il coinvolgimento di più attori sul territorio.

“Questa idea di Forza Italia è aperta a tutte le forze politiche e le istituzioni – ha aggiunto Marini –. Dobbiamo partecipare con il massimo coinvolgimento della provincia, della regione e a livello nazionale. Dobbiamo avere la forza politica per portare questo progetto a compimento. Innanzitutto dobbiamo pensare ai criteri di selezione per presentare le candidatura e questi andranno rispettati. Se l’amministrazione è d’accordo dobbiamo lavorare su questi criteri e non c’è tempo da perdere. Abbiamo comunque tutte le caratteristiche. Non dimentichiamo che la nostra è la città dei papi e questo fattore ha un peso a livello internazionale. Qualora l’amministrazione accettasse questa scommessa dobbiamo iniziare a lavorare fin da questo bilancio”.

Poi un’ultima precisazione. “Abbiamo aspettato che Matera concludesse il suo anno per presentare la nostra proposta”.

A intervenire anche il coordinatore comunale di Forza Italia Mauro Proietti. “Quando Giulio mi ha proposto l’iniziativa, ho subito condiviso l’idea. Per noi è un’opportunità incredibile e abbiamo tempo. Sul sito della comunità europea ci sono delle voci per ottenere il titolo, tra queste mi hanno colpito le parole ‘opportunità’ e ‘rilancio’. Parole che riguardano Viterbo perché la città ha bisogno di rilanciarsi e di creare opportunità. Il 2020 deve essere l’anno di lancio per Viterbo. Viterbo ha bisogno di comunicazione e di farsi conoscere”.

Mauro Proietti ha poi parlato nello specifico di alcune sfide da affrontare per riuscire a farsi strada a livello europeo. “Io non sono nato qui – ha spiegato Proietti –, ma ho scelto di viverci e forse, proprio perché vengo da fuori, vedo le criticità che ci sono e dobbiamo affrontare. Penso alle infrastrutture e quindi in primis penso all’aeroporto. È inutile continuare a parlare di ciò se non abbiamo intenzione di farlo. La proposta di Forza Italia è quindi quella di avanzare idee di sviluppo e crescita concrete”.

Poi la puntualizzazione. “Bisogna lavorare con diversi attori e con tutte le forze politiche. Dobbiamo investire su tutto il territorio e quindi non è ‘Viterbo 2033’ ma ‘Tuscia 2033‘”. 

Il sindaco Arena si è detto favorevole alla candidatura. “Questo è un progetto ambizioso – ha detto il sindaco -. È una programmazione che richiede del tempo, ma le caratteristiche uniche della città ci sono tutte. Ci sono i requisiti di carattere europeo che ci possono far ambire a questo riconoscimento”.

In sala comunale anche l’assessore Antonella Sberna che cura anche i rapporti con l’università e l’Unione Europea. “Per portare avanti questo progetto dobbiamo coinvolgere anche l’università e farla sentire parte della squadra – ha detto l’assessore –. Viterbo ha tutte le caratteristiche per partecipare. Oltre a essere città dei papi, ha il centro storico medievale più esteso e meglio conservato d’Europa. Non ho dubbi che tutti possano lavorare insieme, al di là dei colori di partito. Questo progetto va al di là di questa amministrazione, è un progetto lungimirante e di programmazione. Traccia la linea da seguire negli anni, nel nostro futuro”.

E lo slogan dell’iniziativa è infatti “Ripartiamo dal futuro”. Un lungo cammino quindi a cui si potrà accedere rispettando innanzitutto dei criteri. Tra questi “il contributo alla strategia a lungo termine”, “la dimensione europea”, “il contenuto culturale artistico”, “la capacità di realizzazione del progetto”.  


Condividi la notizia:
17 gennaio, 2020

    • Altri articoli

    • Articoli recenti

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR