Tusciaweb-150x200-luglio-20-b

    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Bagnoregio - Il responsabile Ivano Mattozzi traccia un bilancio delle attività della struttura che sono in crescita del 10% rispetto al 2018

“Casa della salute, 27.246 utenti e 74.769 prestazioni”

Condividi la notizia:

La casa della salute di Bagnoregio

La casa della salute di Bagnoregio

Bagnoregio – Riceviamo e pubblichiamo – 27.246 utenti e 74.769 prestazioni, questi i numeri che fotografano la crescita della Casa della Salute di Bagnoregio nel 2019. Un 10% in più rispetto ai dati, già buoni, del 2018. Anno quest’ultimo che a sua volta aveva fatto registrare un più 15% in confronto all 2017.

“Stiamo scrivendo tutti insieme una storia di successo sul territorio, che è possibile grazie a una stretta collaborazione tra la Asl di Viterbo e il Comune di Bagnoregio”. Queste le parole di un’entusiasta Ivano Mattozzi, responsabile della Casa della Salute.

“Abbiamo affinato la diagnostica e costruito una crescita importante della specialistica – continua il direttore -. Qui ha giocato un ruolo strategico il comune di Bagnoregio, che ha contribuito in maniera significativa a dotare di tecnologia avanzata la nostra struttura, rendendola un polo all’avanguardia. Lo scorso marzo il comune aveva donato un K laser cube. Il top nella cura dei traumi da impatto su ossa e muscoli, con molte applicazioni importanti in dermatologia.

A distanza di pochi mesi sempre il comune è già pronto a donare un nuovo strumento prezioso come la pedana stabilometrica. Questo permetterà al paziente di svolgere esercizi riabilitativi in maniera interattiva. Si tratta della nuova frontiera della riabilitazione 2.0. Questo tipo di interventi da parte dell’amministrazione comunale fanno della Casa della Salute un presidio d’eccellenza di cui andare fieri”.

Soddisfatto il sindaco di Bagnoregio Luca Profili: “Quando i progetti vivono cicli di crescita costante significa che rispondono a un’esigenza reale e che sono fatti bene. La Casa della Salute è una realtà importante non solo per Bagnoregio. I dati qualitativi infatti ci dicono che funziona da attrattore anche per persone provenienti da altre Asl: Grosseto, Civitavecchia ma anche Roma. E’ facile per chiunque comprendere gli effetti benefici di questo, tanto per il sistema sanitario della nostra regione quanto per l’immagine e l’economia della città di Bagnoregio”.

“La Casa della Salute è punto di riferimento per i comuni della Teverina – dichiara l’assessore competente del comune di Bagnoregio Massimo Zeroli -. Era nata per evitare il fenomeno forte della mobilità passiva dalla nostra Asl verso Orvieto e oggi si ritrova a giocare un ruolo inverso ed essere attrattore d’eccellenza anche per altre province. Tutto questo grazie agli investimenti e sforzi della Asl e certamente anche del Comune di Bagnoregio ma giocano un ruolo non secondario la disponibilità e capacità del personale che vi opera. Personale a cui va il ringraziamento di tutta l’amministrazione comunale.
Il mese di gennaio segnerà una preziosa novità, l’apertura del nuovo presidio specialistico di Otorinolaringoiatria, con la presenza due volte al mese di uno specialista dell’equipe di Belcolle”.

Comune di Bagnoregio


Condividi la notizia:
13 gennaio, 2020

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR