--
    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Tarquinia - Insegnanti di Romania, Lituania, Grecia, Portogallo e Turchia nella città etrusca per il progetto ““Erasmus+: Foreign Languages: YES! 2019-21”

Docenti stranieri ospiti dell’Ic “Ettore Sacconi”

Condividi la notizia:

Tarquinia - Una panoramica

Tarquinia – Una panoramica

Tarquinia – Riceviamo e pubblichiamo – Docenti di Romania, Lituania, Grecia, Portogallo e Turchia ospiti dell’Ic “Ettore Sacconi” di Tarquinia, nell’ambito del progetto “Erasmus+: Foreign Languages: YES! 2019-21”, coordindato dall’istituto “Georghe Bibescu” di Craiova (Romania).

Il gruppo d’insegnanti rimarrà nella città etrusca fino al 24 gennaio, per un periodo di aggiornamento didattico. Tra le attività in programma un seminario di formazione con la dott.ssa Joanne Gillespie, per individuare le strategie più idonee a coinvolgere gli studenti nelle attività di lingua straniera in classe, e un workshop con Cathal Carrol sull’utilizzo delle tecniche teatrali per facilitare l’insegnamento della lingua straniera.

A conclusione del soggiorno di formazione, i docenti parteciperanno giovedì 23 gennaio, alle 18, al concerto organizzato dall’Accademia Tarquinia Musica nella sala Sacchetti della Società Tarquiniense d’Arte e Storia. A esibirsi sei giovani allievi coreani che frequentano i corsi di perfezionamento musicale e di pianoforte dell’istituzione musicale tarquiniese, sotto la guida della cantante lirica Hyo Soon Lee, docente al conservatorio “Alfredo Casella” de L’Aquila, e del pianista Michelangelo Carbonara.

Il progetto “Erasmus+: Foreign Languages: YES! 2019-21” si pone due obiettivi. Il primo è di sviluppare le abilità comunicative e di co-apprendimento delle lingue straniere e della capacità di cooperazione a livello europeo, promuovendo il multilinguismo per rafforzare la coesione sociale e il dialogo interculturale.

Il secondo è di favorire il confronto dei sistemi educativi dei Paesi partner per l’insegnamento delle lingue straniere, con l’acquisizione delle innovazioni pedagogiche e l’aggiornamento delle strategie di insegnamento e l’aumento della qualità dell’insegnamento delle L2 Consapevolezza dei molteplici benefici dell’apprendimento delle lingue.

Vivi Tarquinia


Condividi la notizia:
21 gennaio, 2020

    • Altri articoli

    • Articoli recenti

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR