--
    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Viterbo - L'appuntamento con la scrittrice è per venerdì 24 gennaio alle 17,30

Elogio della poesia, Patrizia Valduga ospite della biblioteca consorziale

Condividi la notizia:

Patrizia Valduga

Patrizia Valduga

Viterbo – Grande appuntamento venerdì 24 gennaio, dalle 17,30, alla biblioteca consorziale di Viterbo dove, per il 14esimo e penultimo incontro dell’Elogio della poesia, sarà ospite una delle colonne storiche della poesia italiana al femminile, Patrizia Valduga.

Laureata in lettere e filosofia, la sua è sempre stata una poesia capace di spaziare egregiamente tra sonetti, ottava, terza dantesca e versi fortemente emotivi. Cultrice anche della poesia dell’eros, punto irrefrenabile, dilagante, intenso della vita di questa poetessa.

Tra le sue raccolte più importanti, troviamo: “Medicamente” (1982); “La tentazione” (1985); “Donna i dolori” (1991); “Requiem” (1994); “Corsia degli incurabili” (1996); “Cento quartine e altre storie d’amore” (1997); “Quartine. Seconda Centuria” (2001); “Lezione d’amore” (2004).

Nel 2012 ha curato il “Breviario proustiano. Massime e sentenze della Recherche”, valorizzando il carattere polifonico e dinamico di quest’opera; è dello stesso anno la raccolta “Il libro delle laudi”, narrazione intepretativa del dolore per la morte del compagno Gianni Raboni, famoso poeta, giornalista e critico letterario italiano. Ha anche tradotto autori come John Donne, Molièere, Mallarmé, Cèline, Beckett e il Riccardo III di Shakespeare (1998), recentemente riproposto negli “Einaudi Tascabili”.

Un incontro, come di consueto libero e senza nessun costo per chi vorrà partecipare, che si può considerare di grande pregio per il pubblico della Tuscia, che avrà la possibilità di poter seguire e rapportarsi con una delle voci più rilevanti della poesia del secondo Novecento.


Condividi la notizia:
22 gennaio, 2020

    • Altri articoli

    • Articoli recenti

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR