Tusciaweb-150x200-luglio-20-b

    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Cronaca - I piromani in manette per aver appiccato deliberatamente il fuoco in diverse aree boschive - Ordinato l'abbattimento di 10mila cammelli per evitare sprechi d'acqua

Incendi in Australia, arrestate oltre 180 persone, il 70% minorenni

Condividi la notizia:

Incendi in Australia

Incendi in Australia

Canberra – Continua l’emergenza incendi in Australia. Le autorità australiane hanno arrestato oltre 180 persone per aver appiccato deliberatamente il fuoco in aree boschive. 

Gli arresti sono stati effettuati in relazione a incendi dolosi appiccati nel Nuovo Galles del Sud, a Queensland, Victoria, nell’Australia Meridionale e in Tasmania. Il 70% dei piromani arrestati è minorenne.

Nelle ultime ore qualche temporale è arrivato a supportare l’azione dei vigili del fuoco nel sud del Paese, ma la situazione rimane drammatica. Le autorità ora temono che due grandi incendi negli altopiani meridionali possano unirsi in un unico, enorme rogo. 

Ieri nella capitale Canberra si è registrata la peggiore qualità dell’aria del mondo e durante il weekend sono state consegnate ai cittadini 100mila maschere con filtri protettivi per la respirazione.

Le autorità hanno anche deciso l’abbattimento di un gruppo da 5 a 10mila cammelli selvatici, per evitare che gli animali possano consumare l’acqua nell’area meridionale del Paese.


Condividi la notizia:
7 gennaio, 2020

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR