Tusciaweb-150x200-luglio-20-b

    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Bilanci 2019 - Politica - Il presidente della Provincia Pietro Nocchi annuncia la firma, avvenuta in questi giorni, del decreto che dà mandato agli uffici di chiudere la convenzione

“La ex caserma dei vigili del fuoco per l’ampliamento dell’università”

di Paola Pierdomenico
Condividi la notizia:

Viterbo - Pietro Nocchi

Viterbo – Pietro Nocchi

Viterbo – “La ex caserma dei vigili del fuoco per l’ampliamento dell’ateneo”. Il presidente della Provincia Pietro Nocchi annuncia la firma del decreto che dà mandato agli uffici di chiudere la convenzione. E’ stato votato, infatti, all’unanimità di mettere il sito di via Oslavia come valorizzazione e non alienazione. Un regalo di fine anno che per Nocchi contribuirà allo sviluppo di tutta la Tuscia.

L’anno si è appena concluso, come è andata?
“E’ stato un po’ l’anno del rilancio – dice Nocchi – quello in cui siamo riusciti a ottenere tanti finanziamenti con le progettazioni, a mettere in campo tante iniziative e ad aver riorganizzato la macchina che, oggi, può contare finalmente su 4 dirigenti con una capacità operativa dal punto di vista amministrativo che è ritornata a livelli ottimali per quello che sono oggi le competenze della Provincia. Poi ci sono stati i finanziamenti europei e quelli per la tutela di parchi in ambito ambientale.

Tante cose che ci fanno sperare che l’ente, pur di secondo livello, possa essere sempre più vicino ai cittadini e ai comuni. Una sensazione che ho percepito proprio negli incontri coi sindaci con cui, nel corso dell’anno, ho condiviso preoccupazioni per esempio sulle frane o quelle legate a strade che erano impercorribili. Essere sempre pronti a dare risposte anche nelle difficoltà, è una chiave importante per non far perdere l’attenzione per un ente che a oggi è fondamentale”.

Quali sono le priorità non rimandabili?
“Il 2020 sarà forse l’anno in cui avremo più risorse da investire sulle strade e sulle scuole. Dovremmo anche reperirne di nuovo proprio per gli istituti scolastici”.

All’assemblea dei soci di Talete è stato “congelato” l’aumento delle tariffe e approvato un documento condiviso con il quale si chiede ad Arera di garantire il finanziamento di 35 milioni qualora le bollette vengano innalzate.
“L’assemblea era un appuntamento importante, i soci si sono espressi all’unanimità sia per ottenere un finanziamento regionale per la riduzione delle perdite che per garantire alla società di poterci arrivare. E’ emersa una cosa importante e cioè che attraverso la sinergia e la condivisione di alcuni obiettivi nessuno ha indossato i panni dal politico, ma solo quelli di socio e con la giusta attenzione si è cercato di garantire alla società di poter svolgere l’attività sui comuni dove opera per garantire il servizio idrico e avere, al tempo stesso, un minimo di prospettiva senza che ci sia qualcuno che possa remare contro. Siamo andati tutti nella stessa direzione e speriamo di vedere i risultati”.

Ci sono state le elezioni ed è emerso un nuovo consiglio. Ha sempre assicurato che farà la sua parte nel favorire il dialogo tra le parti.
“Assolutamente sì. E’ stata una sorpresa per me che si configurasse questo scenario e il ringraziamento va a sindaci e consiglieri che hanno votato e che ci consentiranno di fare delle scelte anche qui in sinergia, non essendoci una maggioranza. Valuteremo ogni volta quelli che possono essere i contributi per migliorare il nostro territorio. Io lo farò, perché la ritengo l’unica via percorribile”.

E’ presidente da due anni e sarà in carica per altri due. Qual è la difficoltà di guidare un ente che è stato depauperato sia a livello economico che amministrativo?
“La difficoltà che più sento è quella per cui, con il doppio ruolo essendo io sindaco di Capranica, non posso dedicargli il 100% dell’attenzione. Oggi la Provincia può davvero fare tanto e per questo mi auguro che ci sia collaborazione con tutti i consiglieri e che questa parte di tempo in cui non potrò occuparmene, verrà colmata dal lavoro che faremo insieme. Questo è ciò che più vorrei migliorare, e cioè il tempo, perché da presidente, con l’ente in queste condizioni, mi rendo conto che ci sono ferite ancora aperte che vanno ricucite per ridargli il valore che aveva prima”.

Di cosa va più fiero?
“Tra le tante cose fatte in quest’anno, l’ultima è un decreto che ho firmato in questi giorni per dare mandato agli uffici di chiudere la convenzione per dare, in prospettiva, la ex caserma dei vigili del fuoco di via Oslavia come ampliamento dell’ateneo. Abbiamo, infatti, votato all’unanimità di mettere il sito della ex caserma dei vigili del fuoco come valorizzazione e non alienazione che avrebbe previsto la vendita. Un ulteriore passo in avanti per quello che è un risultato non solo per Viterbo ma per tutta la provincia e il regalo di fine anno che c’è stato permesso anche dall’approvazione dell’ultimo bilancio in cui all’ordine del giorno, tra le altre cose, c’era proprio la modifica del piano delle valorizzazioni e alienazioni”.

Parlava del bilancio che l’opposizione non ha mai perso occasione di criticare.
“Aver approvato il bilancio vuol dire poter iniziare a dare agli uffici le direttive già dal primo gennaio. In una situazione normale, dargli l’ok al 31 dicembre sarebbe stato un virtuosismo. In un altro contesto, poi, avrebbe costretto l’ente a lavorare l’ente in dodicesimi e quindi non me la sarei sentita di bloccare un processo o un bilancio con 20 milioni di finanziamento per le scuole molti dei quali per progetti già finanziati, visto che senza bilancio approvato non si sarebbero potuti mettere in campo. Con l’inizio dell’anno lo faremo. Ritengo di interpretare la volontà di tutti i consiglieri, anche di chi ha criticato il bilancio, di non essersi mai tirati indietro di fronte al fatto che quando ci sono le risorse vanno spese – conclude Nocchi – e vanno spese bene”.

Paola Pierdomenico


Condividi la notizia:
6 gennaio, 2020

Bilanci 2019 ... Gli articoli

  1. "Speriamo che la legge sulla rigenerazione trovi attuazione"
  2. In prima linea contro l'abolizione della prescrizione e parte civile contro la mafia...
  3. "Se continua così, questo territorio non va da nessuna parte..."
  4. "Export in crescita, la Tuscia fa anche meglio della media nazionale"
  5. "In due anni fondi dedicati per le politiche sociali aumentati di 15 milioni di euro"
  6. "L'avvocato ha un ruolo sociale, non è solo una questione di competenze professionali"
  7. "Un'utopia produrre senza gli agrofarmaci, bisogna ridurli"
  8. "Caporalato in crescita nella Tuscia, viene sfruttato chi si trova in condizioni di difficoltà"
  9. "Tiene l’export, bene tessile e agroalimentare, benissimo il turismo"
  10. "I nostri vini conquistano il mercato nazionale e l'olio è ancor più che extravergine"
  11. "Ormai arriviamo in stazione e ci chiediamo 'Chissà oggi cosa succederà?'"
  12. "Una parte di gioventù viterbese non sta crescendo nel migliore dei modi..."
  13. "Sogno che la Tuscia abbia un ruolo trainante per l’economia della Regione"
  14. "Mi piace mettere in risalto che oltre la metà degli avvocati viterbesi sono donne"
  15. Volley Life capolista, ma Antonucci frena: "La promozione è un surplus"
  16. "Aumenta l'export e le nostre imprese bio sono prime nel Lazio"
  17. "Dobbiamo educare alla genuinità: la mela perfetta non sempre è la migliore..."
  18. "Il lavoro di FdI in comune è costante, continuo, senza sosta e pancia a terra"
  19. Tusciaweb, un 2019 straordinario con 60 milioni di pagine lette
  20. “La squadra è decimata, per salvarsi bisognerà fare l'impossibile”
  21. "Viterbesi omertosi? Diciamo che sono riservati..."
  22. "Mi ricandido solo se portiamo a termine il programma"
  23. Romano: "Viterbese in serie B? Obiettivo concreto per il futuro"
  24. Boom di "Anche tu redattore", nel 2019 oltre mille segnalazioni pubblicate
  25. Quattro omicidi nel 2019 nella Tuscia
  26. "Con Paperonly vogliamo salvare dalla distruzione e poi valorizzare libri, cartoline e documenti"
  27. "I conti della Regione sono in ordine e vanno in continuo miglioramento"
  28. "Questa è la maggioranza delle parentele, delle tasse e di chi vuole un posto in comune"
  29. "Pronti per nuove battaglie e per tutelare i diritti di chi, col suo lavoro, assicura un futuro al paese"
  30. "Un 2019 pieno di scossoni, ma il food è in grande espansione"
  31. Un anno di Touring Club...
  32. Active network, secondo miglior attacco e zona playoff a un passo
  33. "L'amministrazione è ferma e impantanata, Viterbo deve decollare"
  34. "Sarà l'anno delle strade, dell'appalto dei rifiuti e delle assunzioni"
  35. La Vbc Polistampa ricarica le pile con tanta voglia di riscatto
  36. "Un 2019 da sogno con 16 vittorie e 3 titoli italiani"
  37. Union Viterbo rullo compressore, sette vittorie su sette e primo posto solitario
  38. E' una Viterbese "da ripresa", dieci gol e 11 punti dopo il 75'
  39. Per l'Ortoetruria un Natale da capolista, Matthew Pebole miglior marcatore
  40. Baschirotto il più presente, Tounkara il più falloso
  41. Viterbese, il giocatore dell'anno è Zhivko Atanasov
  42. "È stato un anno intenso e ricco di successi"
  43. "Il lavoro è la vittima più illustre dell’ultimo decennio"

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR