--
    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Omicidio di Norveo Fedeli - Secondo la difesa - Perizia medico-legale sulle lesioni del 23enne americano - L'avvocato di parte civile: "Il commerciante è stato brutalmente assassinato"

“Michael Aaron Pang è stato accoltellato dalla vittima durante una colluttazione”

di Silvana Cortignani

Condividi la notizia:

Omicidio in via San Luca -Michael Aaron Pang e Norveo Fedeli

Omicidio in via San Luca – Michael Aaron Pang e Norveo Fedeli

Lidia Ladi, Remigio Sicilia, Giampiero Crescenzi e Edoardo Manni

Lidia Ladi, Remigio Sicilia, Giampiero Crescenzi e Edoardo Manni

L'avvocato Fausto Barili

L’avvocato Fausto Barili

Viterbo – “Michael Aaron Pang è stato accoltellato dalla vittima durante una colluttazione”, accolta la richiesta di una perizia medico-legale sulle lesioni del 23enne americano. No della corte d’assise alla richiesta di giudizio abbreviato e alla perizia psichiatrica, almeno in questa fase del processo, ma il tribunale da dato l’okay ad altre due istanze della difesa del killer statunitense reo confesso.

Presente in aula l’imputato – apparentemente più giovane della sua età, aria smarrita e maglione dolcevita grigio scuro – affiancato dall’interprete in simultanea Federico Francolini, un 31enne di Montefiascone. 

Una richiesta è quella relativa per l’appunto a una perizia medico-legali sulle lesioni che l’omicida avrebbe riportato da Norveo Fedeli: si tratta di alcuni graffi allo sterno, che sarebbero stati inferti secondo la difesa da dietro, mentre Pang era di spalle, e poi dei tagli a forma di triangolo sulle dita delle mani, inferti, sempre secondo la difesa del 23enne, dal commerciante 73enne con un coltello mentre Pang si difendeva.

L’altra consulenza cui ha dato il via libera il tribunale, invece, è di carattere informatico ed è finalizzata al recupero della cronologia delle conversazioni tradotte tramite l’apposita App sugli smartphone di Fedeli e Pang che, parlando due lingue diverse, avrebbero dialogato tra loro solo tramite l’applicazione “Traduttore” dei rispettivi telefoni cellulari. Per i difensori è importante sapere cosa si siano detti prima che scattasse il litigio sfociato nell’omicidio del commerciante.

Gli avvocati Remigio Sicilia e Giampiero Crescenzi, subito dopo l’ammissione delle prove del processo – che si celebrerà col rito ordinario davanti alla corte d’assise, dal momento che il giovane del Kansas rischia l’ergastolo – hanno avanzato altre due richieste alla giuria popolare composta da cinque donne e un uomo, comuni cittadini. Giuria popolare affiancata da due giudice togati, la presidente Silvia Mattei e il collega Giacomo Autizi a latere. Titolare dell’inchiesta la pm Eliana Dolce. 


“Pang accoltellato durante la colluttazione”

Secondo i legali del 23enne, prima dell’uccisione a colpi di sgabello di Fedeli, ci sarebbe stata una colluttazione tra il commerciante e il giovane, durante la quale Pang si sarebbe difeso da un’aggressione alle spalle.

“Il giorno dell’arresto, il nostro assistito è stato denudato e fotografato nella caserma dei carabinieri di Capodimonte e le foto scattate il 4 maggio scorso mostrano chiaramente dei graffi e dei tagli alle dita sul dorso delle mani verso l’interno, compatibili con un’aggressione alle spalle e con un tentativo di autodifesa mentre veniva attinto con un coltello, come secondo la versione fornita fin dal primo momento da Pang”, hanno detto Sicilia e Crescenzi, secondo i quali le lesioni meritano un approfondimento medico-legale. 

Due i coltelli che sarebbero stati presenti sul luogo del delitto all’ora di pranzo dello scorso 3 maggio, quando è esplosa la furia violenta di Pang, che ha massacrato a colpi di sgabello il commerciante all’interno del suo negozio di abbigliamento di via San Luca, scappando davanti alle telecamere della videosorveglianza con una scarpa avvolta in un sacchetto di plastica per nascondere le tracce di sangue e una busta piena di vestiti, per i quali è accusato oltre che di omicidio volontario anche di rapina.

Due coltelli nel negozio. Uno più piccolo, tascabile, ritrovato sulla scena del crimine dagli investigatori durante i rilievi. L’altro più grande, attaccato a un portachiavi, sporco di sangue, ritrovato invece in camera di Pang, nell’abitazione di Capodimonte. Quest’ultimo sarebbe stato riconosciuto dal figlio di Fedeli come appartenente al padre. La difesa adesso vuole sapere se sia stato utilizzato contro il 23enne.

“Pang ha confessato di avere ucciso il povero Norveio Fedeli, ma ha sempre negato che il movente fosse la rapina, sostenendo di avere subito un’aggressione e di essersi difeso”, la conclusione dei legali. 


“Fedeli è stato brutalmente assassinato”

“Norveo Fedeli è stato brutalmente assassinato, non c’è stata alcuna colluttazione”, il commento del difensore di parte civile dei familiari (anche loro presenti in aula), avvocato Fausto Barili. “Non spetta a noi chiarire riscontri sul corpo dell’imputato che risalgono al giorno successivo all’omicidio, dopo che era tornato a casa, rivenuto a Viterbo e tornato a Capodimonte. Le lesioni potrebbero essere altro oppure l’esito della violenta azione”, secondo il legale.

Il processo entrerà nel vivo, coi primi testimoni, il 28 gennaio. Fissate anche altre quattro udienze: il 31 marzo, il 28 aprile, il 26 maggio e il 30 giugno.

Silvana Cortignani


Condividi la notizia:
14 gennaio, 2020

Omicidio in via San Luca ... Gli articoli

  1. Omicidio Fedeli, niente abbreviato né perizia psichiatrica per Pang
  2. Omicidio di Norveo Fedeli, al via il processo al 23enne americano reo confesso del delitto
  3. No all'abbreviato, sarà processato davanti alla corte d'assise l'omicida di Norveo Fedeli
  4. "Perizia medico-legale sulle ferite riportate dal ragazzo che ha ucciso Fedeli"
  5. Omicidio di Norveo Fedeli, davanti al giudice l'assassino reo confesso
  6. Omicidio Fedeli, Pang chiede l'abbreviato
  7. Omicidio Fedeli, Pang davanti alla corte d'assise il 13 gennaio
  8. Omicidio Fedeli, depositati i risultati di autopsia e rilievi della scientifica
  9. "Grazie ai facchini per la girata dedicata a Norveo"
  10. Omicidio Fedeli, nuovo prelievo di dna per lo statunitense Michael Pang
  11. Omicidio Fedeli, al via le perizie della scientifica di Roma
  12. "Una scena del crimine drammatica, come poche se ne vedono"
  13. Omicidio Fedeli, la scientifica sulla scena del crimine
  14. Omicidio Fedeli, l'ambasciata Usa vuole portare un dizionario a Pang
  15. Ha ucciso Fedeli e ha mangiato un kebab vicino al negozio del delitto
  16. Funzionari dell'ambasciata Usa in carcere per incontrare Pang
  17. “Norveo Fedeli per noi è un caduto sul lavoro”
  18. I parenti di Norveo: "Un omicidio brutale che non ha giustificazioni"
  19. Pang in carcere sta male, sarà visitato da uno psicologo...
  20. L'omicida di Fedeli punta a evitare l'ergastolo
  21. "Vicini al dolore della famiglia Fedeli"
  22. Resta in carcere l'assassino di Norveo Fedeli
  23. "Michael è incensurato, ha scontato con la messa alla prova la guida in stato di ebbrezza"
  24. "Pang era in trattative per rilevare un ristorante a Vetralla"
  25. Pang al gip: "Ho reagito a un'aggressione di Fedeli"
  26. "Un crimine efferato, i familiari della vittima pronti a costituirsi parte civile"
  27. "Il movente non è la rapina e non c'è premeditazione"
  28. Omicidio Fedeli, Michael Pang confessa: "Chiedo perdono"
  29. "Pang ha rischiato di uccidere mio figlio in un incidente"
  30. "Sogna in grande, spingi duro", sulla pagina Facebook di Michael una valanga di slogan motivazionali...
  31. Fedeli insospettito fotografò il ragazzo che lo avrebbe ucciso
  32. "Arresto di Michael Aaron per omicidio, la madre è sotto shock'"
  33. Pang negli Usa era stato già condannato, a nove mesi quando era minorenne
  34. "Basta con la violenza, dobbiamo costruire una città migliore"
  35. "Non parlava con nessuno, abitava qui e ogni tanto prendeva l'auto della donna con cui viveva"
  36. Oggi l'addio a Norveo Fedeli, è lutto cittadino
  37. "Michael Aaron è affranto e disperato, non era mai stato in carcere"
  38. Il brutale omicidio di Fedeli finisce sui media statunitensi
  39. Incensurato, americano e regolarmente in Italia
  40. "Omicidio in via San Luca, la fiaccolata è lodevole ma non è sufficiente"
  41. "Domani saremo tutti di un sentimento"
  42. Uccide Fedeli, si toglie i vestiti insanguinati e sale sul bus per Capodimonte
  43. I vestiti e le scarpe ancora sporchi di sangue in casa del ragazzo fermato
  44. "I cittadini hanno diritto a non avere timore"
  45. Bandiere a mezz'asta e un minuto di silenzio per Norveo Fedeli
  46. "Serve un piano di emergenza contro la criminalità"
  47. "Un uomo sempre sorridente e cordiale"
  48. "Speriamo si possa arrivare a una condanna definitiva quanto prima"
  49. Il presunto omicida di Fedeli fermato mentre passeggiava in piazza
  50. Fermato il presunto omicida di Norveo Fedeli
  51. "Bisogna rafforzare il controllo del territorio"
  52. Colpito alla testa e ucciso con uno sgabello, trascinato e nascosto dietro i vestiti appesi
  53. Feroce omicidio in pieno centro, gli abitanti: "Abbiamo paura..."
  54. "Il negozio era in disordine e a terra c'era tantissimo sangue..."
  55. Omicidio Fedeli, lutto cittadino e corteo silenzioso per le vie del centro
  56. Omicidio in via San Luca, sotto sequestro il negozio Fedeli
  57. "Norveo Fedeli, uomo buono e gentile"
  58. Norveo Fedeli ucciso a sprangate
  59. Omicidio in pieno giorno in un negozio in via San Luca
    • Articoli recenti

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR