--
    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Sant'Antonio - Le cerimonie a La Quercia e a Pianoscarano

Papere, conigli e caprette in piazza per la benedizione

di Maurizia Marcoaldi
Condividi la notizia:


Viterbo - Sant'Antonio Abate, la benedizione degli animali a La Quercia

Viterbo – Sant’Antonio Abate, la benedizione degli animali a La Quercia

Viterbo - Sant'Antonio Abate, la benedizione degli animali a La Quercia

Viterbo – Sant’Antonio Abate, la benedizione degli animali a La Quercia

Viterbo - Sant'Antonio Abate, la benedizione degli animali a Pianoscarano

Viterbo – Sant’Antonio Abate, la benedizione degli animali a Pianoscarano

Viterbo - Sant'Antonio Abate, la benedizione degli animali a Pianoscarano

Viterbo – Sant’Antonio Abate, la benedizione degli animali a Pianoscarano

Viterbo - Sant'Antonio Abate, la benedizione degli animali a Pianoscarano

Viterbo – Sant’Antonio Abate, la benedizione degli animali a Pianoscarano

Viterbo - Sant'Antonio Abate, la benedizione degli animali a Pianoscarano

Viterbo – Sant’Antonio Abate, la benedizione degli animali a Pianoscarano

Viterbo - Sant'Antonio Abate, la benedizione degli animali a Pianoscarano

Viterbo – Sant’Antonio Abate, la benedizione degli animali a Pianoscarano

Viterbo - Sant'Antonio Abate, la benedizione degli animali a Pianoscarano

Viterbo – Sant’Antonio Abate, la benedizione degli animali a Pianoscarano

Viterbo – Cani e gatti. Ma anche colombe, conigli, quaglie, papere e caprette. Oggi è il loro giorno. Oggi è infatti la loro festa e tutti si sono ritrovati sul sagrato della chiesa in occasione della tradizionale benedizione nel giorno di Sant’Antonio abate, protettore degli animali. 

La cerimonia è avvenuta in diverse chiese viterbesi. Grande partecipazione a La Quercia dove la benedizione è avvenuta alle 11,30, dopo l’omelia della mattina. Tanti viterbesi hanno portato i loro animali domestici sul sagrato. Tanti anche i bambini che stringevano tra le braccia i loro animaletti. E poi di fronte alla chiesa anche un carretto con le capre. 

Ma la festività è stata molto sentita anche nel quartiere di Pianoscarano. Qui all’esterno della chiesa di Sant’Andrea, al termine dell’omelia celebrata da padre Alessandro, è stata invocata la benedizione di San’Antonio sugli animali e sul fuoco. Fuori la chiesa era stato infatti acceso un focolare e radunati anche alcuni animali della campagna. Quaglie, conigli, papere ma anche galline e colombi. A partecipare poi anche gli animali domestici insieme a padroni e padroncini. 

Sant’Antonio abate è festeggiato in tutta Italia, da nord a sud, con la benedizione degli animali e l’accensione dei falò. Il Santo è considerato il protettore degli animali e la sua protezione si estende anche sul lavoro agricolo in generale.

La tradizione vuole che il suo legame con il fuoco sia dovuto alla capacità del Santo di strappare dalle fiamme dell’inferno le anime dei peccatori. La cenere dei falò veniva poi sparsa sui campi e sugli animali in segno di protezione e buon auspicio. Un rito che simboleggia la volontà di abbandonare ciò che apparteneva ai mesi passati e la capacità di rinnovarsi. Ma Sant’Antonio è anche legato agli animali.

Nell’iconografia tradizionale è spesso raffigurato con accanto animali e in particolare un maialino. Nel Medioeveo era infatti consuetudine che ogni villaggio allevasse un maiale da destinare all’ospedale, dove prestavano il loro servizio i monaci di Sant’Antonio. Dal maiale infatti venivano ricavati balsami per curare le piaghe e unguenti medicamentosi. Questo animale acquisiva quindi una certa importanza e se ne chiedeva la benedizione. 

Sant’Antonio è stato così considerato il patrono dei maiali e per estensione di tutti gli animali domestici e della stalla.

Secondo la tradizione e sulla base di antiche leggende, durante la notte dedicata a Sant’Antonio agli animali sarebbe data anche la facoltà di parlare. 


Multimedia: Gallery – Sant’Antonio, la benedizione degli animali – Video: Sant’Antonio, la benedizione a La Quercia e a Pianoscarano


Condividi la notizia:
19 gennaio, 2020

    • Altri articoli

    • Articoli recenti

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR