- Viterbo News – Viterbo Notizie – Tusciaweb – Tuscia News – Newspaper online Viterbo – Quotidiano on line – Italia Notizie – Roma Notizie – Milano Notizie – Tuscia web - http://www.tusciaweb.eu -

Pesca, modificato il periodo di divieto dell’anguilla

Condividi la notizia:
  • [1]
  • [2]

Tesserino per la pesca sportiva [3]

Tesserino per la pesca sportiva

Tesserino per la pesca sportiva [4]

Tesserino per la pesca sportiva

Tesserino per la pesca sportiva [5]

Tesserino per la pesca sportiva

Anguilla [6]

Anguilla

Viterbo – Riceviamo e pubblichiamo – Con il decreto ministeriale n° 403 del 25 luglio 2019, pubblicato sulla G.U. 220 del 19/09/2019 è stato modificato il periodo di divieto della specie anguilla che è dal 1 gennaio al 31 marzo, modificando il precedente divieto, introdotto con D.G.R. LAZIO n°160/2010 Allegato A “PIANO DI GESTIONE PER LA RICOSTITUZIONE DELLO STOCK DI ANGUILLA REG.CE 1100/2007” che prevedeva il divieto dal 1 luglio al 31 agosto e dal 15 settembre al 15 ottobre, di seguito articoli D.M. 403/2019

Art. 1
1. Il periodo di chiusura continuativo della pesca per la specie Anguilla europea (Anguilla anguilla) è stabilito dal 1° gennaio fino al 31 marzo di ogni anno, a partire dalla data di entrata in vigore del presente decreto. Durante tale periodo non deve essere impedita la migrazione della specie verso mare.

Art. 2
1. Le disposizioni di cui all’art. 1 si applicano alle attivita’ di pesca ricreativa e commerciale, all’allevamento estensivo dell’anguilla europea in ambiente vallivo aperto al flusso migratorio da mare, nelle acque dolci, marine e salmastre nazionali, effettuato in coerenza con gli obiettivi di conservazione previsti dal regolamento (CE) n. 1100/2007 e in coerenza con gli obiettivi del piano nazionale di gestione dell’Anguilla europea, nonchè in linea con le dinamiche temporali di migrazione della specie nell’area Mediterranea.

Art. 3
1. Il periodo di chiusura, individuato all’art. 1 del presente decreto, è comune a tutte le regioni italiane che attuano il Piano nazionale di gestione dell’anguilla europea ovvero: Lombardia, Veneto, Friuli-Venezia Giulia, Emilia Romagna, Toscana, Lazio, Puglia, Umbria e Sardegna. In tale periodo (gennaio-marzo) è consentita la pesca delle ceche di Anguilla anguilla destinate al solo scopo di ripopolamento di ambienti che favoriscono la migrazione a mare della specie, ai sensi del regolamento (CE) n. 1100/2007.

Art. 4
1. La pesca a mare dell’anguilla adulta è vietata in tutte le regioni per tutto il periodo dell’anno.
Art. 5
1. La commercializzazione della specie Anguilla anguilla è permessa entro e non oltre il 20 gennaio di ogni anno e, al termine del periodo di chiusura alla pesca stabilito dall’art. 1 del presente decreto, dopo il 31 marzo di ogni anno.

Art. 6
1. Per tutte le regioni non partecipanti al Piano nazionale anguilla vige la chiusura della pesca della specie per tutto il periodo annuale. Tale disposizione riguarda la pesca ricreativa e commerciale nelle acque dolci, marine e salmastre nazionali, di tutti gli stadi del ciclo vitale dell’anguilla europea. Il presente provvedimento è trasmesso all’organo di controllo per la registrazione, è pubblicato nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica italiana ed entra in vigore il giorno successivo alla sua pubblicazione.
Roma, 25 luglio 2019

Il Sottosegretario di Stato: Manzato

Da ricordare che in tale periodo sono altresì vietati tutti gli attrezzi di pesca per l’anguilla quali: martavelli, nasse e filaccioni, i trasgressori saranno puniti con le sanzioni previste dall’art 40 della Legge 154/2016 recepita dalla Regione Lazio con L.R. n°7/2018 art 20, oltre le sanzioni accessorie della confisca degli attrezzi dell’imbarcazione ed eventuale mezzo di trasporto.

TESSERINO ITTICO PER LA PESCA SPORTIVA

LA L.R. 7 del 22.10.2018  all’art. 20 prevede importanti modifiche per quanto riguarda la
pesca sportiva, modificando l’art 9 della L.R.87/90 è stata abolita la licenza come documento che è costituita dal versamento di € 29,13 e per le comunità montane € 21,28, sono esentati dal versamento i minori di 18 anni ,maggiori di 65 anni ed i portatori di handicap art 3 L.104/92, il versamento a favore della Regione Lazio sul CCP 6310100 deve riportare nella causale “licenza pesca sportiva”

Con D.G.R. 232 del 18/04/2019 è stato introdotto il “TESSERINO ITTICO SEGNA CATTURE” che è entrato in vigore il 1 novembre , quindi da quella data tutti i pescatori sportivi dovranno essere in possesso di tale tesserino, chi non ne è in possesso o non ha provveduto alle registrazioni è punito con la sanzione di € 60,00, sono tenuti ad avere il tesserino tutti anche chi è esentato dal versamento, per quanto riguarda i minori di 14 anni devono essere sempre accompagnati da persona maggiorenne munita di licenza e tesserino, che risponde degli atti di pesca del minore.

Il tesserino che è gratis si può ritirare presso gli uffici A.D.A. Regione Lazio Viterbo P.zza Luigi Concetti nei giorni di martedì e giovedì dalle ore 9 alle ore 12, tel. 0761 298466, si può richiedere anche con delega, allegando copia del documento di riconoscimento e se dovuta ricevuta di versamento.

Enrico Paziani


Condividi la notizia:
  • [1]
  • [2]
  • Tweet [7]
  • [1]
  • [2]