--
    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Viterbo - Il sindaco Arena rassicura: "Noi daremo nuovo slancio"

“San Pellegrino in fiore? L’ente autonomo lascia, faremo un concorso di idee”

Condividi la notizia:

Giovanni Arena

Giovanni Arena

Viterbo – Il sindaco Arena: “San Pellegrino in fiore: l’ente autonomo lascia, faremo un concorso di idee”. La manifestazione non sfiorisce… anzi, per il primo cittadino avrà nuovo slancio. Pur dicendosi dispiaciuto del fatto che Armando Malè abbia deciso di non organizzare più l’iniziativa che si svolge a cavallo tra aprile e maggio, è già pronto a lavorarci.

“Gli organizzatori di prima – dice il sindaco -, Malè e Fontana, non si sentono più di farlo e anche noi volevamo fare un salto di qualità, ora con un concorso di idee rilanceremo l’iniziativa.

La prossima settimana è fissata una riunione operativa per parlarne. Vogliamo aprire a nuove proposte e cercheremo sicuramente di lavorare sull’abbellimento delle piazze più caratteristiche, anche se non escluderemo il mercato delle piante.

Non dico quindi che lo faremo meglio o peggio, l’obiettivo è dare possibilità a chi propone progetti interessanti di presentarsi. La vecchia gestione ha lavorato bene, ma vorremmo dare nuovo slancio e aprire a nuove persone e idee”.

L’ipotesi che possa essere direttamente il comune a occuparsene è per Arena “una possibilità anche se la vedo difficile, perché l’ente è in carenza di organico e con difficoltà di gestione, per cui non si riuscirebbe. Meglio fare un bando”.

Sulla cifra stanziata per organizzare la manifestazione Arena precisa: “Mi pare che non sia cambiata. Sia nel 2018 che nel 2019 hanno preso circa 60mila euro, che è poi più o meno la cifra degli anni precedenti. Mi dispiace che, dopo tanti anni, abbiano deciso di lasciare. Capisco che l’impegno è gravoso, ma ci organizzeremo per mantenerla e allargare a più proposte in direzione di un rinnovamento della manifestazione”.  

Infine, la questione del nome: “Non credo si tratti di un marchio registrato, non si può registrare il nome di un quartiere. Verificherò, ma mi sembra strano e comunque non sarà quello a impedire la manifestazione. Non credo infatti che il comune non possa utilizzare cose di sua proprietà”.


Condividi la notizia:
29 gennaio, 2020

    • Altri articoli

    • Articoli recenti

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR