--
    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Arte - Sabato 8 febbraio la conferenza

“Il trittico di san Terenziano di Capranica e gli ultimi anni di attività di Antonio del Massaro”

Condividi la notizia:

Luisa Caporossi

Luisa Caporossi

Capranica – Riceviamo e pubblichiamo – Si terrà a Capranica sabato 8 febbraio alle 17 nella sala Kimairah, in via Romana 62 (scendere le scale pubbliche alla sinistra del municipio) una conferenza sul tema: “Il trittico di san Terenziano di Capranica e gli ultimi anni di attività di Antonio del Massaro, detto il Pastura”.

L’avvenimento culturale fa parte del ciclo di conferenze per la stagione 2019-2020 voluto dal Centro ricerche e studi di Capranica, di cui è presidente Carlo Maria D’Orazi, e dall’associazione culturale Kimairah, di cui è presidente Antonio Barella di Roma. L’intero ciclo di conferenze si svolge sotto l’ègida del comune di Capranica.

Sarà relatrice della conferenza Luisa Caporossi, storica dell’arte e funzionaria della soprintendenza.

Luisa Caporossi è una storica dell’arte che si è laureata e specializzata all’università La Sapienza di Roma. Successivamente riesce a entrare nei ruoli del ministero dei Beni culturali come funzionario e storico dell’arte con il concorso dell’anno 2008. Assegnata alla soprintendenza di Arezzo è incaricata della tutela della Val Tiberina e della Val di Chiana. Tra i cantieri di restauro da lei seguiti nelle importanti città d’arte del territorio, come Cortona e San Sepolcro, si segnala l’avvio, in collaborazione con l’Opificio delle Pietre Dure di Firenze, del restauro della Resurrezione di Piero della Francesca. Nominata direttrice del museo di palazzo Taglieschi ad Anghiari ne progetta il nuovo allestimento e cura alcune mostre con Paola Refice (“L’arte della contraffazione”, “Capolavori in Valtiberina”, ecc.).

Nel 2015 viene trasferita alla soprintendenza dell’area metropolitana di Roma e della provincia di Viterbo ed è il funzionario responsabile per quasi tutto il Lazio settentrionale e, oltre a seguire cantieri di restauro (la chiesa di san Costanzo a Ronciglione, la chiesa di santa Maria a Carbognano, il polittico quattrocentesco di santa Rosa a Viterbo, ecc.), cura alcune mostre tra cui la serie “Tessere la speranza”, dedicata al culto della Madonna vestita nel Lazio e la mostra sulle opere del monastero di santa Rosa a Viterbo, dal titolo “Il tesoro di santa Rosa”.

Per quanto riguarda la conferenza, questa verterà sul trittico di san Terenziano conservato a Capranica, che è un’opera dell’inizio del 16esimo secolo, già dallo storico dell’arte Italo Faldi assegnato al pittore viterbese Antonio del Massaro detto “Il Pastura”, un dipinto per il quale mancano documenti che possano fornire una sicura conferma all’ipotesi di Italo Faldi, poi sostenuta anche dalla studiosa Anna Maria Pedrocchi dopo il restauro del dipinto.

Si presenteranno riflessioni e confronti con altre opere del pittore sulla scorta anche dei restauri effettuati su opere certe dell’artista o a lui attribuite negli ultimi anni (Tarquinia, cappella Vitelleschi, tavole dei santi patroni di Nepi, Madonna della Valle a Carbognano) e delle recenti ricerche in corso su questo pittore che alla fine del 2020 confluiranno in una pubblicazione che sarà stampata dalla Olschki Editore e che sarà generosamente finanziata dall’associazione Italia Fenice. Il volume raccoglierà i saggi di diversi studiosi e restauratori che hanno lavorato su opere di Antonio del Massaro cercando di fornire un quadro il più possibile completo sull’artista viterbese e sulla sua bottega.

Carlo Maria D’Orazi
Presidente del Centro ricerche e studi di Capranica


Condividi la notizia:
28 gennaio, 2020

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR