--
    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Tarquinia - La responsabile della sede di Civitavecchia Sabrina De Paolis ha illustrato l’azione legale intrapresa dall’associazione

Anche il Codacons all’assemblea “No Talete, sì acqua pubblica”

Condividi la notizia:

Tarquinia - L'assemblea pubblica "No Talete"

Tarquinia – L’assemblea pubblica “No Talete”

Tarquinia – Riceviamo e pubblichiamo – Il Codacons presente alla partecipatissima assemblea pubblica svoltasi ieri presso la sala consiliare del comune di Tarquinia, a fianco del movimento civico capitanato da Maurizio Conversini e dei comitati “No Talete, Si acqua pubblica“ e “Non ce la beviamo”.

La responsabile della sede Codacons di Civitavecchia Sabrina De Paolis ha illustrato l’azione legale intrapresa dall’associazione a tutela dei consumatori dell’area viterbese che sono titolari delle utenze idriche gestite da Talete spa.

L’associazione ha deciso di intervenire con un esposto alla Procura della Repubblica di Viterbo, e contestuale nomina di parte offesa, per mettere fine all’inaccettabile stato di cose riguardo la gestione dei servizi idrici nei comuni del viterbese.
 
Inoltre, viene data la possibilità di partecipare attivamente a tutti gli utenti di Talete a una importante azione comune, volta a fare luce sull’inefficienza di Talete, sulla eventuale mala gestio che dovesse essere accertata dagli organi giudiziari, l’aggravio dei costi posti a carico degli utenti (attraverso l’aumento delle tariffe) e infine gli illegittimi distacchi della fornitura idrica.

Infatti il Codacons mette a disposizione degli iscritti e/o dei residenti nella provincia di Viterbo nei comuni a gestione Talete, una nomina di persona offesa individuale – atto necessario per richiedere, in caso di rinvio a giudizio dei responsabili del dissesto e della cattiva gestione, un adeguato risarcimento.

A tale proposito, confidiamo inoltre che i soci di Talete non persistano nel cercare di aggravare ulteriormente la situazione, rinunciando al prestito di 40 milioni richiesto ad Arera, che sarà inevitabilmente spalmato sui cittadini attraverso ulteriori rincari delle bollette.
 
La modulistica per partecipare all’azione legale è disponibile presso la sede del movimento civico di Tarquinia, oppure è possibile scaricarla dal sito del Codacons.

Codacons Civitavecchia
 


Condividi la notizia:
14 febbraio, 2020

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR