--
    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Sedicenne morta - Il ricordo di una professoressa del Dalla Chiesa: "Si sarebbe diplomata con buoni voti, in classe siamo affranti"

“Aurora amava la storia e la letteratura…”

Condividi la notizia:

Aurora Grazini

Aurora Grazini

Montefiascone - I carabinieri tornano a casa di Aurora Grazini

Montefiascone – I carabinieri tornano a casa di Aurora Grazini

Montefiascone - I carabinieri tornano a casa di Aurora Grazini

Montefiascone – I carabinieri tornano a casa di Aurora Grazini

Montefiascone – “Aurora amava la storia e la letteratura. Italiano e storia erano le sue materie preferite. Le studiava con piacere. Approfondiva. Scriveva bene”. Silvia Galli è stata la prof di lettere di Aurora Grazini. La vedeva tutti i giorni in classe al Dalla Chiesa, istituto economico (ex ragioneria). Sezione terza A. 

“Posso dire solo bene di lei – racconta l’insegnante -. Era vivace ma non  indisciplinata. Studiava. Le mie materie le piacevano, qualcun’altra un po’ meno… tipo matematica. Ma nel complesso andava bene. Era sempre stata promossa. Al diploma sarebbe arrivata con buoni risultati…“. 

Un percorso interrotto di colpo sabato mattina alle 8, quando i genitori hanno chiamato i soccorsi: Aurora era morta nel suo letto. A 16 anni. 

Nessuno era preparato a non vederla più in classe. “Siamo sconvolti. Affranti – continua la professoressa -. Quella di Aurora era una presenza importante a scuola: esuberante, sorridente, viva. Sarà difficile abituarsi a non averla più con noi”. Si era assentata da scuola una decina di giorni: “Non stava bene. Non aveva appetito. Così ci aveva detto la mamma – afferma la prof -. Le aveva preso delle vitamine. Cercava di farla mangiare. Era tornata in classe per due o tre giorni, l’abbiamo vista dimagrita. Poi si è assentata di nuovo, in quest’ultima settimana. Nulla sapevamo della rottura col fidanzato. Per noi era una normale influenza”. 

La vedevano girare in paese in minicar. Sempre curata. “Amava truccarsi e vestirsi bene – ricorda un’amica di famiglia -. Le piaceva ballare, uscire con le amiche”. Passatempi di una sedicenne che, nelle ultime settimane, si era come rabbuiata. In casa le sono sempre stati vicino, anche nella sua ultima notte. Pare che Aurora non fosse riuscita a dormire molto, avrebbe continuato a non sentirsi bene. 

Tra le persone da ascoltare, tutte a titolo di testimoni nella lista degli investigatori, i familiari, già sentiti nella giornata di sabato, e i medici del pronto soccorso che hanno visto la sedicenne arrivare in lacrime. L’hanno dimessa con un calmante e un appuntamento per il 17 febbraio in ospedale: doveva iniziare un percorso di sostegno psicologico. 

“Lotteremo con tutte le nostre forze. Per Aurora, ancor prima che per noi”, hanno scritto i familiari della ragazza in un messaggio alla stampa, in cui dicono di avere fiducia nella magistratura. “Chiediamo solo questo – hanno concluso – il rispetto della nostra indicibile sofferenza”.

Intorno alla famiglia si sta stringendo la città. In casa Grazini, ieri, sono tornati i carabinieri; il parroco, don Luciano Trapè, ha fatto visita al padre, alla madre e alla sorella maggiore di Aurora. “Sono andato a trovarli e ho pianto con loro”, ha detto.

Sulla morte della ragazza c’è un fascicolo aperto per omicidio colposo. Nessun indagato. E nessuna ipotesi esclusa, al momento. Dalle cause naturali al disturbo che poteva forse essere la spia di un problema grave, trascurato per errore. Bisogna capire, in pratica, se Aurora poteva o meno salvarsi. 

Gli accertamenti medico-legali, martedì, saranno decisivi. La procura darà probabilmente un mandato ad ampio raggio. Cioè a svolgere ogni accertamento possibile per chiarire la dinamica della morte. Esami tossicologici compresi, laddove necessari; al momento non risultano formalmente disposti. Servirebbero, ad esempio, per capire se Aurora possa aver ingerito qualcosa che le abbia causato un avvelenamento.

L’autopsia farà luce sulle sue ultime ore.


Fotocronaca: Borgo Trapé –  I carabinieri tornano a casa di Aurora Grazini – Giovane morta in casa

Articoli: Morte di Aurora, nessun esame tossicologico disposto dalla procura – La famiglia: “Lotteremo con tutte le nostre forze per Aurora…” – Il parroco: “Ho potuto solo piangere con i genitori della piccola Aurora…” – La scuola: “Il tuo sorriso e la tua allegria, la tua bellezza e la tua simpatia illumineranno la nostra strada”  – Il sindaco Massimo Paolini: “Appena mi hanno avvisato mi si è gelato il sangue”  –  Procura e carabinieri: “La giovane morta per arresto cardiorespiratorio” – La Asl: “La ragazza non aveva nessun problema fisico”  –  Sedicenne morta in casa, si indaga per omicidio colposo  – L’assessore regionale alla Sanità: “Ragazza morta, verifiche in corso sulle procedure cliniche”  –  Sedicenne morta in casa


Condividi la notizia:
17 febbraio, 2020

16enne morta in casa ... Gli articoli

  1. "Dal pronto soccorso nessuno deve uscire senza conoscere le sue condizioni reali di salute"
  2. Morte di Aurora, il ministero valuta possibili responsabilità di Belcolle
  3. "Angelini è un medico disponibile, gentile ed esperto"
  4. "Vogliamo giustizia, non vendetta"
  5. "No ai processi sommari, che espongono i medici all'attacco mediatico..."
  6. "Ce lo siamo giurati, non ti scorderemo mai"
  7. Sedicenne morta, documenti e testimonianze hanno portato all'avviso di garanzia per il primario Angelini
  8. Sedicenne morta, indagato il primario del pronto soccorso Daniele Angelini
  9. Sedicenne morta, avviso di garanzia a un medico di Belcolle
  10. Sedicenne morta in casa, in corso l’autopsia
  11. “Ma quale crisi di pianto? Aurora non respirava...”
  12. "Quando è arrivata al pronto soccorso Aurora aveva dolori al petto e problemi respiratori"
  13. "Strano che in ospedale non si siano accorti che Aurora stava male..."
  14. "Hanno mandato via Aurora senza una tac, una radiografia, un esame del sangue”
  15. "Mi hanno ammazzato Aurora. Le hanno dato delle gocce e l'hanno rimandata via"
  16. "Non si può mandare a casa una ragazza di 16 anni e poi la notte muore"
  17. Morte di Aurora, nessun esame tossicologico disposto dalla procura
  18. "Lotteremo con tutte le nostre forze per Aurora..."
  19. "Ho potuto solo piangere con i genitori della piccola Aurora..."
  20. "Appena mi hanno avvisato mi si è gelato il sangue"
  21. "Il tuo sorriso e la tua allegria, la tua bellezza e la tua simpatia illumineranno la nostra strada"
  22. "La giovane morta per arresto cardiorespiratorio"
  23. La Asl: "La ragazza non aveva nessun problema fisico"
  24. Diciassettenne morta in casa, si indaga per omicidio colposo
  25. "Ragazza morta, verifiche in corso sugli accertamenti clinici"
  26. Diciassettenne morta in casa

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR