Tusciaweb-150x200-luglio-20-b

    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Viterbo - Il viterbese è attualmente esperto della Commissione europea per le tematiche legate al verde urbano

Carlo Calfapietra direttore dell’Istituto di ricerca sugli ecosistemi terrestri del Cnr

Condividi la notizia:

Carlo Calfapietra

Carlo Calfapietra

Viterbo – Riceviamo e pubblichiamo – Carlo Calfapietra, già direttore facente funzione dell’Istituto di ricerca sugli ecosistemi terrestri del consiglio nazionale delle ricerche dal 2018 è stato nominato, in questi giorni, direttore dell’istituto.

Dirigente di ricerca del Cnr, Calfapietra, 47 anni, viterbese e laureato all’Università della Tuscia in Scienze forestali e ambientali, si occupa ormai da anni a livello internazionale di ricerche su infrastrutture verdi, foreste urbane, sostenibilità e resilienza urbana coordinando numerosi progetti di ricerca sia nazionali che internazionali.

Dopo un periodo di lavoro negli Stati Uniti è rientrato in Italia lavorando su tematiche quali l’ecofisiologia in relazione agli stress ambientali, l’adattamento e mitigazione al cambiamento globale, l’inquinamento atmosferico, i flussi di carbonio, le piantagioni forestali, gli incendi boschivi.

È attualmente esperto della Commissione Europea per le tematiche legate al verde urbano e ai servizi ecosistemici da esso forniti.

L’Istituto di Ricerca sugli Ecosistemi Terrestri (Iret) del Cnr, ha sede nella storica Villa Paolina di Porano in provincia di Terni e comprende anche le sedi secondarie di Montelibretti (Roma), Pisa, Firenze, Napoli, Sassari e Lecce.

L’Iret studia la struttura, il funzionamento e la produttività degli ecosistemi terrestri e le componenti biotiche ed abiotiche anche in relazione ai cambiamenti globali e alla pressione antropica.

Gli obiettivi primari sono lo studio, la protezione, la gestione e valorizzazione delle risorse naturali, della biodiversità e del territorio, nella prospettiva di un loro uso sostenibile anche per bioeconomia ed economia circolare e di un utilizzo di tecnologie abilitanti e “nature-based solutions”.

Tematiche queste al centro dell’ Eu Green Deal lanciato dalla Commissione Europea pochi giorni fa che caratterizzeranno la nostra società nei prossimi anni.

Cnr-Iret


Condividi la notizia:
7 febbraio, 2020

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR