--
    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Grotte di Castro - Mercoledì 19 febbraio il secondo appuntamento del progetto a cura di Gianni Abbate del Teatro Null

“Curarsi con i libri”

Condividi la notizia:

Gianni Abbate

Gianni Abbate

Grotte di Castro – Riceviamo e pubblichiamo – Alla biblioteca comunale di Grotte di Castro mercoledì 19 febbraio alle 17, dopo il successo di Valentano, secondo appuntamento con “Curarsi con i libri”, un progetto a cura di Gianni Abbate del Teatro Null.

Il laboratorio rientra nel SI.BI.LA.BO festival, progetto finanziato dal ministero dei Beni e attività culturali al Sistema Bibliotecario del Lago di Bolsena.

“E’ un vero piacere vedere come le persone hanno sete di ascoltare il racconto avvincente di romanzi che sanno trasmettere forti emozioni e che lasciano indubbiamente un segno duraturo. La cura funziona! – dice il suo curatore –. Penso veramente che nei momenti critici, una lettura appropriata può darci il giusto supporto e risollevarci.

Del resto è una pratica già conosciuta dagli antichi romani che oggi conosce un nuovo slancio e in più chi legge romanzi comprende meglio il prossimo. A sostenere questa tesi è un recente studio pubblicato sulla rivista Science. Leggere aiuta anche a mantenere la calma, ed è terapeutico come poche altre attività.

Nel mondo in cui viviamo interamente influenzato da internet, l’attenzione va in tutte le direzioni possibili, rendendoci multitasking. In soli cinque minuti di tempo, ognuno di noi fa mille cose: invia mail, si organizza il lavoro, chatta con più persone, dà uno sguardo su twitter, monitora il proprio smartphone. Questo comportamento da “mi piace” provoca un aumento del livello di stress.

Quando leggi un libro, o ascolti la sua lettura, tutta la tua attenzione si riversa sulla storia, il resto del mondo rimane fuori e ti trovi immerso in ogni dettaglio. Le preoccupazioni, le paure, le ambizioni, le pene di un momento prima, vengono messe da parte per quando la lettura sarà finita.

Ma un romanzo può veramente cambiarci la vita? Innanzitutto le storie dei romanzi ci permettono di accedere alla sfera dei sentimenti e delle emozioni dei protagonisti e in questo modo aumentano la nostra alfabetizzazione emotiva. L’immedesimazione nelle storie dei personaggi, consente di sviluppare la capacità di sentire l’emotività dell’altro, cosa sta provando e come, ovvero l’empatia. 

In questo senso i libri possono essere grandi maestri di vita e compagni fedeli. In questo senso possono veramente cambiarci la vita.” Appuntamento mercoledì 19 febbraio, 17, l’incontro dura due ore. Si consiglieranno, si leggeranno e commenteranno pagine che abbracciano una vasta gamma di sentimenti umani: l’amicizia, la felicità, la nostalgia, la gelosia, l’entusiasmo, le paure interiori e altro ancora.

Il tutto per avere un buon bagaglio per affrontare la vita in quest’epoca particolarmente destabilizzante. Ingresso libero, per info: Biblioteca Comunale di Grotte di Castro tel. 0763 797173.

Teatro null


Condividi la notizia:
16 febbraio, 2020

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR