--
    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Ossi - La tragedia davanti alle figlie di 11 anni - L'aggressore, che era fuggito portando co sé la vittima e le due ragazzine, è stato fermato dai carabinieri

Donna uccisa a coltellate nel sassarese, fermato l’ex compagno

Condividi la notizia:

Zdenka Krejcikova

Zdenka Krejcikova

Ossi – Donna uccisa a coltellate, fermato l’ex compagno.

Ieri sera a Ossi, in provincia di Sassari, una 41enne di nazionalità ceca, Zdenka Krejcikova, è stata uccisa a coltellate.

Da quanto si apprende, ad aggredirla sarebbe stato il suo ex compagno. L’uomo avrebbe litigato in casa con l’ex compagna e l’avrebbe poi raggiunta nel bar sotto l’abitazione dove la donna si era rifugiata per cercare aiuto.

Qui la tragedia. L’uomo, che era stato anche colpito da un divieto di avvicinamento per maltrattamenti, avrebbe accoltellato al petto Zdenka Krejcikova nel bar e di fronte agli occhi delle due figlie avute con la vittima. La donna sarebbe stata colpita con un grosso coltello da cucina. 

L’uomo, dopo l’aggressione, sarebbe fuggito portando con sé sia la vittima che le due figlie gemelle di 11 anni. La fuga su una Bmw bianca. Viste le gravi condizioni di Zdenka Krejcikova, l’aggressore l’avrebbe abbandonata vicino all’ingresso della guardia medica di Ossi. Poi l’uomo avrebbe vagato in auto per ore tra Ossi e altri centri della zona.

Immediato l’intervento dei carabinieri del nucleo investigativo del comando provinciale di Sassari che per tutta la notte avrebbero cercato di rintracciare l’aggressore. A supporto del comando provinciale anche un elicottero. L’uomo sarebbe poi stato intercettato lungo la statale 131 e sarebbe partito un inseguimento durato più di mezz’ora e finito nella zona industriale di Sassari.

Qui l’aggressore avrebbe lasciato la macchina nel parcheggio di un centro commerciale e avrebbe cercato di scappare a piedi, ma sarebbe stato bloccato e immobilizzato dai carabinieri.

I militari si sono occupati anche delle due bambine che non avrebbero riportato ferite fisiche.  


Condividi la notizia:
17 febbraio, 2020

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR