Tusciaweb-150x200-luglio-20-b

    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Sport - Al comprensorio sciistico di Sappada si sono ritrovati 530 sportivi di 50 team provenienti da 12 regioni italiane

Giochi nazionali invernali, 12 gli atleti dell’associazione ‘Sorrisi che nuotano Eta Beta’

Condividi la notizia:

Carnia - La rappresentativa viterbese al completo, con i tecnici e gli assistenti

Carnia – La rappresentativa viterbese al completo, con i tecnici e gli assistenti

Carnia - Gli alunni della Scuola Media di Ovaro

Carnia – Gli alunni della Scuola Media di Ovaro

Carnia - La squadra di sci alpino con i tecnici e gli assistenti

Carnia – La squadra di sci alpino con i tecnici e gli assistenti

Carnia - La squadra di corsa con le racchette da neve con il tecnico Anna Lupino

Carnia – La squadra di corsa con le racchette da neve con il tecnico Anna Lupino

Carnia – Riceviamo e pubblichiamo – Dal 3 al 7 febbraio scorso si sono svolti, presso il comprensorio sciistico di Sappada, famosa e apprezzata stazione di sport invernali della Carnia in provincia di Udine, i 31esimi giochi nazionali invernali, organizzati dallo Special olympics Italia.

All’evento, nelle discipline dello sci alpino, sci nordico, snowboard e corsa con le racchette da neve, hanno partecipato circa 530 atleti di 50 team provenienti da 12 regioni italiane.

I giochi si sono svolti grazie alla collaborazione della regione Friuli Venezia Giulia, della provincia di Udine, del comune di Sappada e di tutti i comuni della Carnia, e hanno coinvolto oltre mille e 500 persone tra atleti, tecnici, volontari e familiari.  

Un’organizzazione impeccabile come sempre, nonostante l’assenza di neve, compensata da un eccezionale lavoro della società gestore degli impianti che ha perfettamente innevato artificialmente tutti i campi di gara, aiutata da temperature rigide e tempo quasi sempre buono.

Emozionate come di consueto la cerimonia di apertura, che ha visto un’eccezionale partecipazione da parte della cittadinanza e la presenza di molti sindaci della Carnia e del campione olimpionico di Fondo Silvio Fauner, cittadino sappadino e assessore allo Sport del comune, tutti stretti in un virtuale abbraccio agli atleti presenti.

 Anche quest’anno, grazie a un grande lavoro di preparazione svolto dagli Istituti scolastici della Carnia, centinaia di alunni delle scuole primarie e secondarie, gemellati con i team partecipanti, si sono presentati “armati” di cartelli e striscioni ed hanno applaudito e sostenuto gli atleti.

Viterbo presentava ai giochi dodici atleti dell’associazione sportiva dilettantistica Sorrisi che nuotano Eta Beta OdV, con un aumento del 33% di partecipazione rispetto allo scorso anno, grazie anche agli eccellenti risultati ottenuti nel 2019 con il progetto “Dal cucuzzolo della montagna” finanziato dalla regione Lazio, in accordo con il ministero del Lavoro e delle Politiche sociali, nell’ambito dell’avviso pubblico “Comunità solidali”.

Al campione mondiale di Corea 2013 Daniele Silvestri, nello sci alpino, si affiancavano Viviana Cozzani, Filippo Montemurri e Roberto Ricci, mentre nella corsa con le racchette da neve alla pluricampionessa Martina Casagrande e agli esperti Maria Celeste Carnassale, Marta Troili, Corrado Ricci e Giorgio Serafini, si affiancavano quest’anno gli esordienti Alessandro Bartoloni, Alberto Bocci e Lorenzo Pizzamiglio.  

Gli atleti si sono presentati all’appuntamento piemontese al massimo della forma, grazie anche alla rifinitura curata, dal 19 al 24 gennaio, dai maestri della scuola di sci “Tre nevi” di Ovindoli.

Il record dello scorso anno di 18 medaglie è stato brillantemente superato quest’anno, portando a 20 il totale dei podi conquistati, con 6 ori, 5 argenti e 9 bronzi.

Nell’alpino Filippo si confermava in forte crescita tecnica, conquistando due ori nel gigante e nello slalom, e un bronzo nel superG. Viviana dopo l’oro nel gigante, raggiungeva il terzo gradino del podio nelle altre due discipline. Roberto pur mancando l’oro, si piazzava comunque in tutte le specialità con un secondo e due terzi posti. Daniele, nelle batterie di punta della categoria avanzati, estremamente difficili per tasso tecnico dei partecipanti, doveva contentarsi di un terzo posto nel gigante.  

Nella corsa con le racchette brillavano Marta e Giorgio con un oro ed un argento, mentre Alberto, grandissimo campione di nuoto, ma debuttante nelle discipline invernali, confermava la stoffa del campione con un primo posto nei 25 ed un terzo nei 50 metri.

Gli altri due esordienti, Lorenzo e Alessandro pagavano un poco lo scotto dell’inesperienza e comunque, pur non andando oltre il quarto posto, si confermavano in forte crescita ed in grado di raggiungere presto risultati di valore assoluto.

Difficile la prova della campionessa Martina, sulle specialità dei 100 e 200 metri, sicuramente più impegnative e con maggior concorrenza. Riusciva comunque a conquistare un secondo ed un terzo posto, confermandosi una certezza per i colori viterbesi.

Celeste e Corrado completavano il palmares con un bronzo ciascuno.

Emozionante la presenza degli alunni delle classi 1AB e 1BB della scuola media di Ovaro, piccolo comune della Carnia, gemellate con il team della Tuscia, e che hanno “scaldato” le fredde mattinate sappadine con il loro caloroso tifo.

Grande soddisfazione della dirigenza della società viterbese per l’eccellente risultato conseguito in termini tecnici, dunque, ma soprattutto in termini di maturazione, benessere e crescita di questi ragazzi speciali e delle loro famiglie.

Sorrisi che nuotano Eta beta

 


Condividi la notizia:
8 febbraio, 2020

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR