--
    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Viterbo - Si è svolto il 4 febbraio nella sala Mendel del convento della santissima Trinità

Giubileo della Madonna Liberatrice, concerto inaugurale del duo Sabatini

Condividi la notizia:

Daniela e Raffaella Sabatini

Daniela e Raffaella Sabatini

Viterbo – Riceviamo e pubblichiamo – A Viterbo alla sala Mendel del convento della santissima Trinità scroscianti applausi hanno siglato il grande successo del primo appuntamento artistico-culturale, dopo l’apertura della porta santa, con il concerto inaugurale delle sorelle musiciste e religiose Daniela e Raffaella Sabatini. 

Daniela e Raffaella Sabatini, rispettivamente pianista e violinista, e il loro ensemble “De Musica – cor unum et anima una in Deo” hanno dedicato lo scorso 4 febbraio alla Madonna Liberatrice nell’ambito delle loro “Lectio Musicalis per il giubileo del settimo centenario della Madonna Liberatrice” che si svolgono da vari mesi ogni martedì alla sala Mendel. 

Preceduto dall’applaudita performance dell’ensemble e coro “schola cantorum Maria Ss. Liberatrice” diretti da Daniela e Raffaella Sabatini nell’ambito dei loro corsi di canto corale sacro e liturgico “Qui cantat bis orat” dell’accademia de musica scuola di musica e teatro Maria santissima Liberatrice e formati dai migliori allievi dei corsi, il programma del concerto ha presentato brani vocali e strumentali di grande fascino interamente ispirati alla Madonna Liberatrice scritti dai grandi compositori viterbesi Cesare Dobici e Gustavo Torquati e riscoperti con un accurato e paziente lavoro di ricerca dalla pianista e musicologa Daniela Sabatini  la quale ha sapientemente introdotto ogni brano con un’interessante guida all’ascolto.

Il concerto è culminato con brani tratti da ampie composizioni della stessa Daniela Sabatini fra cui, oltre alla “Messa giubilare in onore di Maria santissima Liberatrice” e la sacra rappresentazione “I miracoli della Madonna Liberatrice, protettrice di Viterbo”, l’ormai celebre “Inno giubilare alla Madonna Liberatrice” scritto insieme alla sorella Raffaella ed autentico “leit-motiv” dell’ intero giubileo. 

Bruna Cousteau
                                        


Condividi la notizia:
8 febbraio, 2020

    • Altri articoli

    • Articoli recenti

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR