--
    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Ronciglione - Dovrà pagare avvocati, comune e poliziotte

Insulta e spintona vigilesse dopo la multa, condannata

Condividi la notizia:

Polizia locale

Polizia locale

Ronciglione – Parole grosse e spintoni a due agenti della polizia locale, colpevoli solo di averle fatto una multa. 

Si è chiuso dopo quattro anni e mezzo il processo per l’aggressione a due vigilesse di Ronciglione, prese a male parole e spintonate da una donna che così aveva pensato di protestare per una contravvenzione. 

Era l’estate 2015. Una delle due vigilesse finì al pronto soccorso con due giorni di prognosi per un trauma alla caviglia. “Lasciatemi stare, capito?! V’ammazzo!”, disse la destinataria della multa ai due agenti. 

Il giudice Roberto Migno l’ha condannata a quattro mesi di reclusione, pena sospesa, per resistenza a pubblico ufficiale. Reazione scomposta che le costerà molto più della banale multa che avrebbe dovuto pagare: 1300 euro di spese legali, più altri mille euro al comune di Ronciglione e risarcimento da liquidare in una separata causa civile. 

Non è la prima aggressione verbale e fisica che la polizia locale subisce in città. È malcostume diffuso, del resto, che gli automobilisti si scaldino per una multa e se la prendano con gli autori della contravvenzione, anziché con se stessi. 

Gli episodi, a Ronciglione, cominciano a essere tanti. Minacce e insulti faccia a faccia a chi, semplicemente, fa il suo dovere. Ma anche offese che spesso viaggiano via social network. Facebook & co., come scriveva Umberto Eco, “hanno dato la parola a legioni di imbecilli”: un po’ di prudenza nell’usarli e nel dosare il linguaggio non guasterebbe. Anche perché irruenza e volgarità non convengono mai sul piano economico. 

I pubblici ufficiali denunciano e presentano il conto (che è quasi sempre più salato della multa). Gli strascichi giudiziari delle dispute, online o vis à vis, tra avvocati ed eventuali condanne, si pagano cari.


Condividi la notizia:
24 febbraio, 2020

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR