--
    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Viterbo - Ambulanti e associazioni di categoria annunciano di rivolgersi al Tar durante il sit-in di protesta al Sacrario - Banchi chiusi in città per il secondo sabato consecutivo

“Mercato, ricorso contro lo spostamento per sei mesi al Carmine”

Condividi la notizia:


Viterbo - Mercato del sabato - Chiara Frontini al sit-in degli ambulanti

Viterbo – Mercato del sabato – Chiara Frontini al sit-in degli ambulanti

Viterbo - Mercato del sabato - Il sit-in degli ambulanti

Viterbo – Mercato del sabato – Il sit-in degli ambulanti

Viterbo - Mercato del sabato - Il Carmine deserto

Viterbo – Mercato del sabato – Il Carmine deserto

Viterbo - Mercato del sabato - Il parcheggio del Sacrario

Viterbo – Mercato del sabato – Il parcheggio del Sacrario

Viterbo – (raff.stro.) – Mercato del sabato, anche questa settimana gli ambulanti hanno disertato il Carmine. Stamattina ancora nessun banco nel quartiere. C’è il deserto. Non ci sono neppure le auto parcheggiate, per via dei divieti. A terra solo i numeri per l’assegnazione dei posti ai commercianti. Commercianti che, come sette giorni fa, hanno protestato al Sacrario. Sono lì dall’alba, ma senza i banchi. Una sorta di sit-in, contro lo spostamento del mercato. In piazza Martiri d’Ungheria anche polizia e carabinieri.

Tra gli ambulanti c’è pure Chiara Frontini, leader del movimento Viterbo 2020. “Saremo la vostra sponda in consiglio comunale – assicura ai commercianti -. Siamo gli unici titolati a farlo, perché siamo stati i soli ad aver votato contro il trasferimento del mercato al Carmine. Se non va bene il Sacrario si trovi un’alternativa, purché i banchi restino all’interno delle mura. A breve chiederò la convocazione di una commissione comunale, a cui parteciperanno anche ambulanti e associazioni di categoria. Voglio spiegazioni e voglio capire perché alcune piazza del centro sono state giudicate inidonee ad ospitare il mercato”.

La scorsa settimana, primo sabato di spostamento del mercato, gli ambulanti hanno disertato il Carmine e con i loro mezzi si sono asserragliati al Sacrario. Ma senza aprire i banchi. Una protesta perché, come hanno detto, “al Carmine ci sentiamo ghettizzati”. Per i commercianti, infatti, un mercato fuori dal centro storico è inconcepibile.

Ma sarà così almeno per i prossimi sei mesi. Con una delibera di giunta, il comune ha approvato il “trasloco” al Carmine per i futuri 180 giorni. Il sindaco ha però assicurato che in questo lasso di tempo lavorerà per riportare i banchi di nuovo dentro le mura. “Vorrei – ha detto Arena – mettere in piedi il mercato a valle Faul. Insieme agli operatori ovviamente, se da parte loro c’è disponibilità… Un mercato diverso, riqualificato. Senza bilici, che abbia la parte alimentare e con nuove tipologie merceologiche. Un mercato strutturato e dall’aspetto gradevole”.

Ma le associazioni di categoria, con in testa Vincenzo Peparello di Confesercenti e Giancarlo Bandini di Confimprese, durante il sit-in di questa mattina hanno annunciato: “Non appena la delibera sarà pubblicata, faremo ricorso al Tar. Non volevamo arrivare a tanto, ma uno spostamento del marcato al Carmine per sei mesi è inconcepibile. Qual è l’urgenza di levarlo dal Sacrario? Il nostro non è un muro contro muro, vogliamo collaborare. Gli ambulanti hanno più volte chiesto al sindaco un incontro, ma gli è stato sempre negato. Ci si metta intorno a un tavolo e se ne discuta. Troviamo tutti insieme un’alternativa. Che sia l’ampliamento del mercato al Sacrario, che sia valle Faul o piazza della Rocca”.

Contro il trasferimento del mercato al Carmine i commercianti hanno lanciato una petizione, stamattina sottoscritta anche da Chiara Fronti. Circa 2mila 500 le firme raccolte finora. Tra ambulanti, negozianti del centro storico e cittadini. “Cosa faremo sabato prossimo e nelle settimane a venire? Vedremo”, dicono i commercianti.

Ovviamente, senza mercato al Sacarario, il parcheggio a pagamento di piazza Martiri d’Ungheria è fruibile alle auto già dalla ‪mattina di sabato‬.


Articoli: Comitato Carmine-Salamaro – “Il mercato verrebbe accolto con una festa e farebbe rivivere il quartiere” – Mercato del sabato al Carmine per i prossimi sei mesi


Condividi la notizia:
22 febbraio, 2020

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR