Tusciaweb-150x200-luglio-20-b

    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Guardia di finanza - Operazione "Tom Hagen" - Il primo è già sottoposto al regime detentivo 41 bis, il legale è stato invece posto ai domiciliari

Pax mafiosa tra clan, arrestati Salvatore Casamonica e un avvocato

Condividi la notizia:

Guardia di finanza

Guardia di finanza

Roma – Pax mafiosa tra clan, arrestati Salvatore Casamonica e un avvocato.

Dalle prime ore dell’alba i militari del comando provinciale della guardia di finanza di Roma stanno dando esecuzione a un’ordinanza di custodia cautelare, emessa dal gip su richiesta della direzione distrettuale Antimafia della capitale, nei confronti di due persone.

“Si tratta di Salvatore Casamonica – come si legge nella nota della finanza – (esponente apicale dell’omonimo clan, attualmente sottoposto al regime detentivo speciale di cui all’articolo 41-bis, destinatario della misura della custodia cautelare in carcere) e di un avvocato del foro di Roma (agli arresti domiciliari), entrambi indagati per il reato di concorso esterno in associazione per delinquere di stampo mafioso (articoli 110 e 416-bis del codice penale)”.

“I due – prosegue la nota -, in concorso tra loro e con Fabrizio Piscitelli alias ‘Diabolik’ – il noto capo ultrà ucciso il 7 agosto 2019 al parco degli Acquedotti – hanno contribuito concretamente al perfezionamento di un accordo finalizzato a stabilire la pace fra il clan mafioso Spada e un altro gruppo criminale operante a Ostia capeggiato da Marco Esposito detto ‘Barboncino’, contribuendo, in tal modo, a conservare la capacità operativa degli stessi Sada”.

Le indagini, coordinate dalla Dda e condotte dagli specialisti del Gico del nucleo di polizia economico-finanziaria di Roma, si sono sviluppate nel medesimo contesto investigativo delle precedenti operazioni delle fiamme gialle denominate “Brasile low cost” e “Grande raccordo criminale”, grazie alle quali sono stati arrestati per reati di narcotraffico, oltre a Salvatore Casamonica, Dorian Petoku, Tomislav Pavlovic, Fabrizio Fabietti e altre 51 persone.

I finanzieri e i loro undercover avrebbero intercettato Salvatore Casamonica e ‘Diabolik’ mentre concordavano “la pax mafiosa tra il clan Spada e il sodalizio lidense che faceva capo ad Esposito”.

Per siglare e mantenere l’accordo, i due “garanti” avevano però bisogno del supporto di un professionista quale trait d’union con libertà di movimento, credibile agli occhi degli altri criminali e con possibilità di accesso alle aule di tribunale e agli istituti carcerari.

L’esecuzione del provvedimento cautelare di oggi nei confronti dei due uomini testimonia l’impegno profuso quotidianamente dalla direzione distrettuale antimafia e dalle fiamme gialle capitoline per la tutela della legalità e il contrasto alla criminalità organizzata.


Condividi la notizia:
14 febbraio, 2020

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR