--
    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Viterbo - Sergio Insogna illustra i risultati della consulta dopo l'assemblea del 5 febbraio

“Ufficio del volontariato per permettere alle associazioni di seguire le pratiche amministrative”

Condividi la notizia:

Sergio Insogna

Sergio Insogna

Viterbo – Riceviamo e pubblichiamo – Il 5 febbraio si è svolta l’assemblea delle associazioni accredidate alla consulta comunale della Città di Viterbo.

Dopo un minuto di silenzio ed un lungo applauso tributato a Roberto Bennati, protagonista dell’attività della consulta in passato e scomparso recentemente, il presidente ha fatto un breve riepilogo degli ottimi risutati ottenuti in appena 7 mesi della attività amministrativa dell’esecutivo di cui è anche coordinatore.

Un sentito ringraziamento è andato ai componenti del medesimo esecutivo per la disponibilità e professionalità dimostrata in questa fase difficile di riattivazione e raggiungimento di alcuni obiettivi che di fatto migliorano i rapporti con le numerose associazione aggregate alla consulta.

I componenti eletti democraticamente dalle associazioni del volontariato nell’assemblea del 26 giugno 2019 sono: Alfonsini Alessandro, Brunetti Alessia, Fanti Maria, Nori Marta, Mechelli Luigi Ottavio, Raimondi Raimondo, Sbocchia Marco e Viglianti Cinzia, che insieme al presidente e i due consiglieri nominati dal consiglio comunale Delle Monache Lina e Merli Valter Rinaldo formano l’esecutivo.

Gli obiettivi raggiunti in pochi mesi sono sotto gli occhi di tutti, e qui è necessario sottolineare la sinergia ed il sincronismo messo in campo con l’assessore ai Servizi sociali del comune Antonella Sberna e i dirigenti dell’assessorato medesimo:

attivato l’ufficio del volontariato, è uno sportello unico che consente alle associazioni di poter seguire tutte le pratiche amministrative riguardanti richieste varie fatte all’amminstrazione, senza dover girare per i vari uffici comunali;

aver istituito l’elenco delle associazioni aggregate alla consulta tramite avviso pubblico a cui hanno aderito circa 60 soggetti;

attivata pagina dedicata alla consulta sul sito del comune di Viterbo, e progetto di potenziamento dei di supporti e collegamenti informatici tra le associazioni finanziato;

riattivata pagina social di contatti e comunicazioni tra le associazioni e sostenitori del mondo del volontariato cittadino che ad oggi registra circa 600 adesioni;

aver richiesto e contribuito alla pubblicazione dell’avviso della istituzione del registro generale delle associazioni cittadine, utile per poter ottenere agevolazioni fiscali e contributi;

aver richiesto, sostenuto ed ottenuto la pubblicazione di un bando di 40mila euro dedicato alle associazioni del volontariato e della solidarietà, bando andato a buon fine ed in fase di liquidazione;

aver predisposto e regolamentato i tavoli tematici della consulta che rappresentano un momento importante di confronto, analisi, proposta e progettualità nei confronti dell’amministrazione comunale, dopo l’assemblea si procederà alla nomina dei 7 coordinatori, uno per Tavolo Tematico che saranno individuati tra i rappresentanti delle associazioni in seno all’esecutivo;

aver finalmente, dopo decenni di vane promesse degli amministratori precedenti, individuato ed avere assegnata la sala Gatti, delibera di consiglio comunale di dicembre 2019, come sede istituzionale della consulta comunale del volontariato e delle numerose attività delle associazioni ad essa aggregate garantendo la gratuità dell’utilizzo, anche questa richiesta da decenni ma mai attuata. 

Questi sinteticamente sono gli obiettivi principali che si sono raggiunti in appena 7 mesi di lavoro del nuovo Esecutivo, c’è ancora da lavorare per ottimizzare e semplificare i rapporti tra amministrazione comunale ed associazioni del volontariato ma ache in questo la disponibiltà del Sindaco e dell’Assessore Sberna sono una garanzia.

L’assemblea si è svolta con una ottima partecipazione e ha visto l’approvazione del regolamento dei tavoli tematici su proposta dell’esecutivo.

Le associazioni hanno apprezzato e condiviso la scelta dell’amministrazione di affidare la sala Gatti alla gestione per il biennio 2020/2021 alla consulta del volontariato.

Ci sono stati interventi dei partecipanti convintamente positivi sul cambio di marcia che il presidente e questo nuovo esecutivo ha dato nei rapporti e nei risultati amministrativi ottenuti, si è parlato dell’Emporio solidale, della necessità di fare squadra tra le associazioni per condividere e sostenere iniziative comuni e nell’interesse della collettività.

Nella consulta comunale si respira aria nuova ma c’è ancora da lavorare e mettere a fuoco altri obiettivi, poi tutto ciò che è oggetto di dibattito politico sul tema si deve svolgere nella sede deputata del consiglio comunale, ma questo fatto non ci può distrarre dall’azione fattiva intrapresa dal presidente e dall’esecutivo che tornerà a riunirsi il 18 febbraio alle 16,30 nella sala Gatti.

La consulta del volontariato, a pieno titolo e senza dubbio, è nella pienezza delle sue competenze amministrative regolamentate dal consiglio comunale che nel 2011, regolamentando le nuove consulte, ha stabilito di tenere in vita questo organismo partecipativo e consultivo, chi dice cose diverse mente e fa solo propaganda elettorale postuma.

Noi stiamo qui per lavorare nell’interesse delle associazioni, dei loro dirigenti e soci, e soprattutto dei cittadini che hanno bisogno di servizi, atti concreti, sostegno economico, volontariato e solidarietà.

Sergio Insogna
Presidente della Consulta


Condividi la notizia:
10 febbraio, 2020

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR