Tusciaweb-150x200-luglio-20-b

    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Emergenza Coronavirus - Viterbo - L'assessora Antonella Sberna (Servizi Sociali) anticipa il provvedimento - Interventi anche per le strutture

“Asili nido comunali, rette sospese fino alla ripresa delle attività”

di Giuseppe Ferlicca
Condividi la notizia:

L'assessore Antonella Sberna

L’assessore Antonella Sberna

Viterbo – “Asili nido, rette sospese fino alla ripresa delle attività”. L’assessora ai Servizi Sociali Antonella Sberna anticipa un intervento atteso a Viterbo da circa 200 famiglie.

Versano mensilmente il dovuto al comune che poi eroga il servizio attraverso la struttura comunale i Cuccioli, quelli convenzionati e l’asilo in gestione a Santa Barbara.

Con l’emergenza Coronavirus l’attività è bloccata dal 5 marzo e chissà fino a quando. Chi ha il proprio figlio iscritto, però, fino a oggi non sapeva come regolarsi.

“Per gli asili nido che afferiscono al servizio pubblico – fa notare Sberna – eravamo in attesa di direttive precise.

Nel decreto del 17 marzo abbiamo individuato il percorso, questi giorni sono serviti per metterlo a punto, volevamo capire bene l’indirizzo”.

Sul tipo d’intervento per le famiglie, le idee a palazzo dei Priori erano chiare fin da subito: “Sospendere i pagamenti è stata da subito la proposta mia e del mio settore, che ho portato in capigruppo di maggioranza e con il sindaco è stata accolta subito.

Potevano essere fatte valutazioni diverse, ma si è deciso per l’esonero completo. Compito delle istituzioni è andare incontro alle famiglie il più possibile. Per questo ringrazio i colleghi di maggioranza e il primo cittadino”. Dal 5 marzo e fino a quando non riprenderà l’attività, si va verso lo stop ai versamenti.

Restava fuori la parte degli asili nido. In difficoltà per i mancati introiti derivanti dalle rette.

“Serviva una norma nazionale che abbiamo trovato nell’articolo 48 del decreto del 17 marzo. È possibile prevedere un corrispettivo in base al decreto.

Ritengo che a inizio della prossima settimana porteremo in giunta la delibera per definire tutti”.

In molti lo stavano chiedendo. “Tante famiglie giustamente volevano sapere come comportarsi, ma serviva un atto”.

Giuseppe Ferlicca


Condividi la notizia:
28 marzo, 2020

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR