Tusciaweb-150x200-luglio-20-b

    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Civitavecchia - L'annuncio del coordinamento e le motivazioni: "Hanno continuato a girare passeggeri di navi da crociera e traghetti in condizioni di non sicurezza e rispetto dei decreti"

Coronavirus, Codacons diffida sindaco e protezione civile

Condividi la notizia:

Civitavecchia - Il porto

Civitavecchia – Il porto

Viterbo – Riceviamo e pubblichiamo – Dall’11 marzo, dopo l’entrata in vigore dei decreti per il contenimento del Covid19, hanno continuato a girare per Civitavecchia i passeggeri di navi da crociera e traghetti sbarcati presso il porto della città, in condizioni di non sicurezza e rispetto dei decreti e nonostante i proclami e i video del sindaco di voler “chiudere il porto” ed effettuare controlli.

Apprendiamo ora dai giornali che oggi arriverà a Civitavecchia un’altra corsa del traghetto Grimaldi proveniente da Barcellona, mentre non sappiamo se sia stato completato lo sbarco della Costa Victoria, dove c’è stato con certezza almeno un caso di positività al Coronavirus, e che anche la Costa Diadema, con almeno 65 positivi al Covid19 a bordo, potrebbe approdare oggi o domani a Civitavecchia, dopo il negato attracco presso il porto di Gioia Tauro in Calabria.

Al fine di tutelare la cittadinanza e gli operatori portuali dai possibili pericoli di contagio il Codacons ha formalmente diffidato il sindaco di Civitavecchia e la protezione civile affinché vengano identificati i passeggeri che sbarcano al porto e seguiti percorsi di sicurezza, anche relativamente all’applicazione della quarantena qualora le circostanze lo richiedano come da applicazione dei decreti e dei protocolli vigenti, avvertendo che in caso di omissione e di applicazione dei decreti, la Procura dovrà indagare i destinatari per concorso in epidemia.

Codacons


Condividi la notizia:
27 marzo, 2020

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR