--
    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Salute - Secondo il sindaco di Milano "creano ansia tra la gente e sono sottostimati" - Poi l'annuncio: "A Pasqua concerto in duomo di Andrea Bocelli"

Coronavirus, la richiesta di Sala: “Stop alla diffusione dei dati giornalieri sui contagi”

Condividi la notizia:

Beppe Sala

Beppe Sala

Milano – Basta con la diffusione dei dati giornalieri dei contagi da Coronavirus. È la proposta lanciata su Facebook dal sindaco di Milano Beppe Sala, secondo cui l’elencazione delle cifre della pandemia ogni sera “alimenta l’ansia della gente e non è attendibile”.

“Il paradosso – spiega Sala – è che quelli che sentiamo sono dati ufficiali ma non veri, perché secondo tutti gli scienziati sono sottostimati e la diffusione è forse dieci volte tanto. E non sappiamo nemmeno quanti tamponi sono stati fatti e a chi”.

Inoltre il sindaco si chiede “a che livello di contagi potremo considerarci pronti a tornare alla normalità. C’è qualche algoritmo del genere o ci aspettiamo che vadano a zero per dire che è finita?”.

Da qui la “considerazione generale” di Sala, che riprende un’idea lanciata da Silvio Garattini, presidente e fondatore dell’Istituto ricerche farmacologiche Mario Negri. “Sarebbe meglio comunicare le cifre ogni tre-quattro giorni. Ragionare sulla giornata rischia solo di creare ansia tra la gente”.

Il sindaco chiude il suo messaggio annunciando che a Pasqua al duomo di Milano si terrà un concerto di Andrea Bocelli, che “canterà musiche sacre, trasmesse in streaming in tutto il mondo, ovviamente senza pubblico”.


Privacy e trasparenze. E poi Andrea Bocelli.

Pubblicato da Beppe Sala su Venerdì 27 marzo 2020


Condividi la notizia:
27 marzo, 2020

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR