Tusciaweb-150x200-luglio-20-b

    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Cronaca - Secondo i dati del Viminale nel periodo 1-22 marzo 2020 rispetto al 2019

Coronavirus, con le restrizioni calano i reati del 64%

Condividi la notizia:

Polizia

Polizia

Roma – Coronavirus, con le restrizioni calano i reati del 64%.

Con le misure adottate del governo per contrastare l’epidemia di coronavirus, si √® registrato un brusco calo del reati. 

Infatti nel periodo 1-22 marzo 2020, rispetto al 2019, si è evidenziata una diminuzione sostanziale dei reati: da 146.762 (2019) a 52.596 (2020) con un calo del 64%.

“Le misure adottate per contenere la diffusione del Covid-19 – si legge in una nota del Viminale – hanno determinato una limitazione degli spostamenti delle persone fisiche. Queste misure eccezionali hanno ovviamente influito sull’andamento della delittuosit√†, che evidenzia, nel periodo dal primo al 22 marzo 2020, una evidente diminuzione del trend sull’intero territorio nazionale: 52.596 delitti nel 2020 a fronte dei 146.762 commessi nel 2019”.

Nello specifico, dai dati della direzione centrale della polizia criminale del dipartimento della pubblica sicurezza, si evidenzia una diminuzione “dello sfruttamento della prostituzione (-77%), delle violenze sessuali (-69%), dei furti in genere (-67,4%)”.

Ma non solo diminuiscono anche “i furti in abitazione (-72,5%), i furti con destrezza (-75,8%), le rapine in uffici postali (-73,7%) e altri reati quali le rapine (-54, 4%) e quelli inerenti gli stupefacenti (-46%)”.

“Si evidenzia, inoltre, – continua la nota del Viminale – che nel periodo in esame, confrontato con l’analogo periodo dell’anno precedente i maltrattamenti in famiglia registrano una diminuzione inferiore rispetto ad altri reati (-43,6%). Anche i furti e le rapine alle farmacie denotano un decremento inferiore rispetto ad altri reati predatori (-13,8% e -24,6%)”.


Condividi la notizia:
26 marzo, 2020

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR