Tusciaweb-150x200-luglio-20-b

    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Roma - Il bollettino del capo della protezione civile Borrelli - Sfondato il tetto dei 45mila contagiati, ma c'è un lieve calo di ulteriori positivi e decessi

“Coronavirus: oggi 3957 nuovi casi, 651 morti e 952 guariti”

Condividi la notizia:

Angelo Borrelli in conferenza stampa

Angelo Borrelli in conferenza stampa

Roma – 3957 persone attualmente positive, 651 morti e 952 guariti. 

Questi i dati di oggi comunicati, come sempre, durante il bilancio pomeridiano della protezione civile. 

Il capo del dipartimento e commissario all’emergenza Angelo Borrelli ha cominciato come spesso fa dai guariti: “952 quelli di oggi, che portano il numero complessivo di chi ce l’ha fatta a 7024. Il totale dei contagiati, invece, è 46mila 638, di cui 23mila 783 in isolamento domiciliare senza sintomi o con sintomi lievi e 3000 in terapia intensiva, pari al 6% del totale. I ricoverati sono 19mila 846”. 

651 morti in un giorno. In totale sono 5476, ma questo numero potrà essere confermato solo dopo che l’Istituto superiore di sanità avrà stabilito la causa effettiva del decesso. Un numero inferiore a quello di ieri, che arrivava quasi a 800. Diminuiti, rispetto a ieri – erano più di 4500 – anche i nuovi positivi di oggi. “Dato in lieve deflessione – hanno commentato durante la conferenza stampa – non vogliamo farci prendere da facili entusiasmi, né sopravvalutare questa tendenza ma è inevitabilmente un segnale che cogliamo, soprattutto perché arriva in un momento in cui ci aspettiamo di vedere i segni tangibili dell’efficacia delle misure di contenimento”. 

Borrelli fa sapere che sono 692 le tende pretriage, di cui 135 allestite nei penitenziari. 

“A oggi 63 sono i pazienti trasferiti dalla Lombardia, due in più rispetto a ieri – ha continuato Borrelli -. Oggi abbiamo comunicato alla stampa la notizia della positività di 12 membri della protezione civile. Stanno bene, continuano a lavorare da casa. Ringrazio tutti i colleghi del dipartimento, uomini e donne, dal primo all’ultimo, impegnati in questa emergenza, che stanno dimostrando un grande senso di responsabilità e del dovere. Hanno una capacità unica di svolgimento del proprio lavoro. Lavoriamo dalle 14 alle 15 ore al giorno. Questa struttura continuerà a garantire tutto il supporto e il coordinamento necessario. Questo è il nostro lavoro ne andiamo fieri“.  


I dati dell’emergenza in possesso della protezione civile, regione per regione – Clicca sulla foto per ingrandire

I dati della diffusione del coronavirus in Italia aggiornati al 22 marzo


Condividi la notizia:
22 marzo, 2020

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR