--
    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Coronavirus - Civitavecchia - Il Codacons avverte il sindaco Ernesto Tedesco sulla situazione al porto

“Percorsi di sicurezza per i turisti che sbarcano dalle navi”

Condividi la notizia:

Il sindaco di Civitavecchia Ernesto Tedesco

Il sindaco di Civitavecchia Ernesto Tedesco

Civitavecchia – “Dall’11 marzo, dopo l’entrata in vigore dei decreti per il contenimento del Covid-19, hanno continuato a girare per la città passeggeri sbarcati, dapprima ancora dalle navi da crociera, e in seguito, certamente fino alla data del 24 marzo, passeggeri provenienti dai traghetti da Barcellona, peraltro in condizioni di non sicurezza e rispetto dei decreti, come già denunciato alle autorità competenti”.

 Il Codacons avverte il sindaco di Civitavecchia Ernesto Tedesco sulla situazione al porto.

“Anche dopo, e nonostante i proclami e i video del sindaco del 24 marzo di voler chiudere il porto ed effettuare controlli – prosegue il Codacons -, in quella stessa giornata altri turisti e presumibilmente passeggeri del traghetto, sono stati avvistati e fotografati in giro per la città con tanto di zaini e trolley al seguito.

Il tutto mentre venivano invece effettuati posti di blocco e controlli ai ‘pericolosissimi’ civitavecchiesi che senza ‘giustificazione’ scritta, per uscire di casa senza cane, terrorizzati, rischiavano una denuncia penale per andare a mettersi in fila al supermercato!

Apprendiamo ora dai giornali che devono ancora sbarcare i passeggeri della Costa Victoria, e che, probabilmente anche la Costa Diadema, con almeno 65 positivi al Covid-19 a bordo, approderà al nostro porto nei prossimi giorni.

Inoltre, veniamo a conoscenza che domani arriverà l’ultima corsa del traghetto Grimaldi proveniente da Barcellona.

Affinché non accada ancora quanto successo fino a martedì 24, e al fine di tutelare la cittadinanza dai possibili pericoli di contagio ai quali saranno ancora esposti gli operatori portuali e quindi tutta la cittadinanza, abbiamo diffidato, per tutti questi sbarchi, il sindaco e la protezione civile, affinché vengano identificati e seguiti percorsi di sicurezza di coloro che sbarcano, anche relativamente all’applicazione della quarantena qualora le circostanze lo richiedano come da applicazione dei decreti e dei protocolli vigenti”.


Condividi la notizia:
26 marzo, 2020

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR