--
    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Tarquinia - Giovedì 27 febbraio si è tenuta la riunione ufficiale - Pacifici (Coldiretti): "Occasione di crescita economica e imprenditoriale"

“Progetti di filiera, al via la realizzazione”

Condividi la notizia:

Tarquinia - Coldiretti -  Riunione per la presentazione dei progetti di filiera

Tarquinia – Coldiretti – Riunione per la presentazione dei progetti di filiera

Tarquinia - Coldiretti -  Riunione per la presentazione dei progetti di filiera

Tarquinia – Coldiretti – Riunione per la presentazione dei progetti di filiera

Tarquinia – Riceviamo e pubblichiamo – Giovedì 27 febbraio, si è tenuta la riunione ufficiale per la presentazione dei progetti di filiera facenti capo al Consorzio cooperativa ortofrutticola Tarquinia e al Consorzio di filiera Pantano Cereali.

L’incontro si è svolto alla presenza del rappresentante della Regione Lazio, Giovanni Orecchio, a cui sono stati illustrati i punti salienti e gli aspetti tecnici che le due filiere sono interessate a sviluppare, nell’ottica di un concreto sviluppo del territorio e della promozione della produzione agroalimentare dei prodotti agricoli.

Durante la riunione hanno preso la parola il presidente della Cot (Cooperativa ortofrutticola Tarquinia), Alessandro Serafini, ed il presidente della Pantano, Glauco Zannoli.

Nello specifico, il Consorzio cooperativa ortofrutticola Tarquinia, in qualità di soggetto capofila, promuove il progetto “Valorizzazione e potenziamento della qualità e tracciabilità della qualità e produzione orticola laziale”.

La realizzazione del progetto prevede diversi punti tra cui il miglioramento del processo di lavorazione e stoccaggio delle produzioni, la valorizzazione della produzione conferita alla cooperativa tramite una redistribuzione del valore aggiunto ai produttori agricoli, la promozione della tracciabilità del prodotto, l’incremento e miglioramento di tecniche e strumenti di lavorazione di precisione, sicurezza sul lavoro ed interventi di resilienza ai cambiamenti climatici e per la sostenibilità ambientale delle produzioni.

Dall’altra parte il consorzio di filiera Pantano Cereali, in qualità di soggetto capofila, sostiene il progetto di “Filiera organizzata per la valorizzazione della produzione di frumento duro nel territorio viterbese”.

Intento del consorzio è di consolidare e sviluppare le produzioni di frumento duro di qualità, migliorandone il processo di conservazione e di stoccaggio; valorizzare la produzione di frumento duro da macina, con contratti commerciali stipulati con operatori industriali, per esaltare le produzioni locali di qualità ed il loro alto valore aggiunto; valorizzare la produzione da seme; promuovere e gestire sistemi di tracciabilità del prodotto; assicurare sistemi che migliorino la sicurezza sul lavoro; utilizzare l’ approccio di filiera per abbattere i costi legati all’ introduzione di migliori tecniche e strumenti di agricoltura di precisione; ed infine, promozione della resilienza ai cambiamenti climatici e per la sostenibilità ambientale delle produzioni.

Entrambi i progetti saranno attuati nell’ambito del Bando Pubblico Sottomisura 16.10.1 del Piano di Sviluppo Rurale 2014/2020 della Regione Lazio e seguiti da Coldiretti Viterbo, nella figura del dottore agronomo Daniele Montagnini: “La realizzazione del progetto ha visto una grande partecipazione da parte di tutti i soggetti coinvolti. Ringrazio in particolare la preziosa partecipazione di Ager, nella persona di Biagio Rastrelli, e del dottor agronomo Roberto Belli per ciò che attiene la Cooperativa Pantano”.

Il presidente Coldiretti Viterbo, Mauro Pacifici, plaude al progetto realizzato. “Una filiera di prodotto ben strutturata e un’occasione di crescita economica ed imprenditoriale per le aziende del territorio – dichiara Pacifici -, tesa a renderle più competitive sul mercato e, di conseguenza, più stabili e propositive.

Auspichiamo sempre più iniziative come queste – conclude Pacifici -, che puntino a valorizzare il prodotto agroalimentare, evidenziandone le caratteristiche ed esaltandone la centralità nell’ottica di sviluppo aziendale e della filiera stessa. La crescita delle nostre aziende, del nostre produzioni agroalimentari e del nostro territorio è ciò a cui Coldiretti Viterbo tiene di più”.

Coldiretti Viterbo


Condividi la notizia:
3 marzo, 2020

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR