Tusciaweb-150x200-luglio-20-b

    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Coronavirus - Tribunale - Restano ai domiciliari gli imputati Dante Presciutti e Zekir Mahmudov - Hanno rinunciato a causa dell'emergenza Covid

Boscaiolo travolto dal trattore, salta il processo ai datori di lavoro

Condividi la notizia:

Viterbo - Palazzo di giustizia

Viterbo – Palazzo di giustizia

Botan Dumitru

La vittima – Botan Dumitru

Soriano nel Cimino - Incidente mortale sul lavoro - I carabinieri sul posto

Soriano nel Cimino – I carabinieri sul posto

Viterbo –  (sil.co.) – Salta a causa dell’emergenza Coronavirus il processo ai due datori di lavoro accusati di omicidio colposo per la morte di un operaio.

La vittima fu travolta l’estate scorsa dal trattore che stava guidando, mentre lavorava con una squadra di taglialegna nei boschi di Soriano nel Cimino.

Sbalzato dalla cabina, morì schiacciato dal mezzo dopo un volo di 60 metri Dumitru Botan, 29 anni, sposato e padre di due bambini.

Era il 19 giugno 2019 e oggi, a distanza di dieci mesi, i due datori di lavoro si sarebbero dovuti presentare di fronte al tribunale di Viterbo per il giudizio immediato.

Ma l’udienza sarà rinviata, in quanto entrambi hanno rinunciato.

Agli arresti domiciliari dal 13 novembre gli imputati, il 46enne Dante Presciutti e il 44enne Zekir Mahmudov, difesi rispettivamente dagli avvocati Roberto Massatani e Samuele De Santis.

Per loro nessuna revoca o alleggerimento della misura. Il tribunale del Riesame ha detto no, confermando la misura di custodia cautelare cui sono sottoposti ormai da cinque mesi.


Condividi la notizia:
7 aprile, 2020

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR