- Viterbo News – Viterbo Notizie – Tusciaweb – Tuscia News – Newspaper online Viterbo – Quotidiano on line – Italia Notizie – Roma Notizie – Milano Notizie – Tuscia web - http://www.tusciaweb.eu -

Celleno non è più zona rossa, ma le case di riposo restano isolate

Condividi la notizia:
  • [1]
  • [2]

[DTDinfo id=”adsenseinterno”]

Celleno zona rossa - Un posto di blocco [3]

Celleno quando era zona rossa

Celleno – La liberazione nel giorno della Liberazione. Dalla mezzanotte del 25 aprile Celleno non è più zona rossa. Ma, come sottolineato dall’amministrazione e dall’assessore regionale alla Sanità Alessio d’Amato, “proseguiranno i controlli negli accessi delle case di riposo”. In pratica le tre strutture per anziani presenti sul territorio comunale restano isolate. La maggior parte dei 49 casi da Coronavirus registrati in paese sono riconducibili proprio a una di queste: Villa Noemi, dove sono morti anche quattro anziani.

“Abbiamo emanato – spiega l’amministrazione – un’ordinanza di restrizione per l’area che interessa le case di riposo, che rimane una zona rossa ristretta, come disposto dalla direzione sanitaria della Asl di Viterbo, in concerto con le disposizioni della questura, con la quale continua il lavoro di coordinamento”.

Il sindaco Marco Bianchi ha firmato l’ordinanza per “tutelare la fragilità sociosanitaria degli ospiti delle tre case di riposo, tutte ubicate nella stessa area, avuto anche riguardo della peculiare realtà di Villa Noemi che ad oggi presenta ancora numerosi casi positivi al Covid-19. Si ravvisa – continua il documento – la necessità di porre in essere interventi urgenti e improcrastinabili che prevengano ogni situazione dalla quale possa derivare un effettivo e concreto pericolo per la salute e per l’incolumità pubblica”.

L’area off limits è stata individuata tra il 5, il 5/A e il 6 di strada Acquaforte, che corrisponde ai numeri civici delle tre strutture per anziani. “Fino a nuove e necessarie disposizioni della direzione generale della Asl di Viterbo”, nessuno può entrarci né allontanarsi. Ad eccezione, ovviamente, di chi è in servizio nelle case di riposo. “È consentito – puntualizza l’ordinanza – il transito ai residenti e ai domiciliati su strada Piancornale, nonché ai dipendenti e al personale necessario all’approvvigionamento e al funzionamento dell’azienda agricola lì ubicata”.

Fino ad ora a Villa Noemi sono stati contagiati sei operatori e 37 ospiti, questi ultimi su un totale di 42. Ma negli ultimi giorni è stata eseguita una nuova tranche di tamponi su anziani e sanitari, i cui risultati sono attesi per le prossime ore.

Dal 10 aprile, quando Celleno è stata dichiarata zona rossa, nessuno è potuto entrare né uscire dal paese, che è stato cinturato e presidiato dalle forze dell’ordine. Ma nonostante l’isolamento sia finito, sulla popolazione continueranno a essere eseguiti i test sierologici rapidi. Gli esami servono a stabilire se tra i cittadini ci sia chi ha prodotto anticorpi e quindi se sia entrato in contatto con il virus. Fino ad ora ne sono stati fatti poco meno di duecento, e sui cento effettuati ieri cinque sono risultati positivi. La Asl ha così sottoposto questi pazienti al tampone da Coronavirus, e pure in questo caso l’esito è previsto per le prossime ore.

Il piccolo comune viterbese comincia a tirare i primi sospiri di sollievo dopo un periodo di vera passione. Con le tre persone già guarite, scendono a 42 gli attualmente contagiati. Mentre ieri è stata dimessa dall’ospedale di Belcolle una ospite di 103 anni di Villa Noemi.

Raffaele Strocchia


Condividi la notizia:
  • [1]
  • [2]
  • Tweet [4]
  • [1]
  • [2]