- Viterbo News – Viterbo Notizie – Tusciaweb – Tuscia News – Newspaper online Viterbo – Quotidiano on line – Italia Notizie – Roma Notizie – Milano Notizie – Tuscia web - http://www.tusciaweb.eu -

Covid-19, un vademecum con tutte le sanzioni per chi viola la legge

Condividi la notizia:
  • [1]
  • [2]

Viterbo - Coronavirus - I controlli della Polizia

Viterbo – Coronavirus – I controlli della Polizia

Viterbo - Coronavirus - I controlli della Polizia locale

Viterbo – Coronavirus – I controlli della Polizia locale

Viterbo - Coronavirus - I controlli della polizia a via della Palazzina

Viterbo – Coronavirus – I controlli della polizia a via della Palazzina

Viterbo – Quali sono le sanzioni per chi viola le misure di contenimento del Covid-19? Di seguito un vademecum per tutti, suddiviso in condotte imputabili a persone fisiche e condotte imputabili a esercenti attività commerciali e responsabili di strutture. 

Per ognuna di esse vengono evidenziate le norme di legge in vigore, la sanzione cui si va incontro laddove vengono violate e l’autorità competente. Un vademecum da tenere bene a mente.

Si tratta di una legislazione speciale che ha il seguente quadro normativo di riferimento:

– Dpcm 8 marzo 2020 
– Dpcm 9 marzo 2020
– Dpcm 11 marzo 2020
– Ordinanza ministero della salute 20 marzo 2020
– Dpcm 22 marzo 2020
– Dl n.19 del 25 marzo 2020

Il decreto legge n.19 del 25 marzo 2020 ha poi introdotto tutta una serie di novità.

La prima. Depenalizzazione, con efficacia retroattiva, delle violazioni alle norme previste dai Dpcm nonché dagli altri provvedimenti normativi connessi all’emergenza Covid-19, precedentemente punite ai sensi dell’articolo 650 codice penale.
La seconda. Salvo che il fatto costituisca reato, per il mancato rispetto delle misure di contenimento sia a livello nazionale che regionale, è prevista la sanzione amministrativa, ai sensi dell’articolo 4, comma 1, del pagamento di una somma da euro 400 a euro 3000. Pertanto non si applicano più le sanzioni contravvenzionali previste dall’articolo 650 del codice penale o da ogni altra disposizione di legge emanata per ragioni di sanità, quali le ordinanze regionali.
La terza. Se il mancato rispetto delle predette misure avviene mediante l’utilizzo di un veicolo le sanzioni sono aumentate fino a un terzo.

Condotte imputabili a persone fisiche

– Limitazioni spostamento all’interno del proprio comune

Articolo 1, comma 1, lettera a), Dpcm 8 marzo 2020 in combinato disposto con l’articolo 1, comma 1, Dpcm 9 marzo 2020.
“Evitare ogni spostamento… salvo che per gli spostamenti motivati da comprovate esigenze lavorative o situazioni di necessità ovvero spostamenti per motivi di salute”.

Sanzione
Sanzione amministrativa da euro 400 a euro 3000. Pagamento in misura ridotta 400 euro entro 60 giorni (280 euro entro 30 giorni).

Autorità competente
Prefetto.

– Divieto di spostamento dal proprio comune senza comprovate esigenze

Articolo 1, comma 1, lettera b), Dpcm 22 marzo 2020, in combinato disposto con l’articolo 1, comma 1, Dpcm 9 marzo 2020.
“E’ fatto divieto a tutte le persone fisiche di trasferirsi o spostarsi con mezzi di trasporto pubblici o privati in un Comune diverso rispetto a quello in cui attualmente si trovano, salvo che per comprovate esigenze lavorative, di assoluta urgenza ovvero per motivi di salute”.

Sanzione
Sanzione amministrativa da euro 400 a euro 3000.Pagamento in misura ridotta 400 euro entro 60 giorni (280 euro entro 30 giorni).

Autorità competente
Prefetto.

– Divieto assoluto di mobilità per soggetti in quarantena o positivi al Covid-19

In tal caso, le sale operative dei comandi delle forze di polizia detengono l’elenco aggiornato delle persone in quarantena o risultate positive al virus. Le pattuglie operanti contattano la stessa sala operativa per verificare la presenza di tali condizioni relativamente alle persone fermate.

Articolo 1, comma 1, lettera c), Dpcm 8 marzo 2020 in combinato disposto con l’articolo 1, comma 1, Dpcm 9 marzo 2020.
“Divieto assoluto di mobilità dalla propria abitazione o dimora per i soggetti sottoposti alla misura della quarantena ovvero risultati positivi al virus”. 

Articolo 2, comma 1, lettera z), Dpcm 8 marzo 2020.
“Divieto assoluto di mobilità dalla propria abitazione o dimora per i soggetti sottoposti alla misura della quarantena ovvero risultati positivi al virus”.

Sanzione
Articolo 260 Tullss

Autorità competente
Procura della Repubblica

– Divieto di accesso ai parchi

Articolo 1, comma 1, lettera a) dell’ordinanza del ministero della salute 20 marzo 2020
“E’ vietato l’accesso del pubblico ai parchi, alle ville, alle aree gioco e ai giardini pubblici”.

Sanzione
Sanzione amministrativa da euro 400 a euro 3000. Pagamento in misura ridotta 400 euro entro 60 giorni (280 euro entro 30 giorni).

Autorità competente
Prefetto.

– Divieto assembramenti

Articolo 1, comma 2, Dpcm 9 marzo 2020. 
“Sull’intero territorio nazionale è vietata ogni forma di assembramento di persone in luoghi pubblici o aperti al pubblico”.

Sanzione
Sanzione amministrativa da euro 400 a euro 3000. Pagamento in misura ridotta 400 euro entro 60 giorni (280 euro entro 30 giorni).

Autorità competente
Prefetto.

– Divieto attività ludica, ricreativa e motoria all’aperto e deroghe

Articolo 1, comma 1, lettera b) e articolo 4, comma 1, dell’ordinanza del ministero della salute 20 marzo 2020.
“Non è consentito svolgere attività ludica o ricreativa all’aperto; resta consentito svolgere individualmente attività motoria in prossimità della propria abitazione, purché comunque nel rispetto della distanza di almeno un metro da ogni altra persona”.

Sanzione
Sanzione amministrativa da euro 400 a euro 3000. Pagamento in misura ridotta 400 euro entro 60 giorni (280 euro entro 30 giorni).

Autorità competente
Prefetto.

Condotte imputabili a esercenti attività commerciali e responsabili di strutture

– Divieto di eventi sportivi

Articolo 1, comma 1, lettera d), Dpcm 8 marzo 2020. Come modificato dall’articolo 1, comma 3, Dpcm 9 marzo 2020 in combinato con l’articolo 1, comma 1, Dpcm 9 marzo 2020.
“Sono sospesi gli eventi e le competizioni sportive di ogni ordine e disciplina, in luoghi pubblici o privati. Gli impianti sportivi sono utilizzabili a porte chiuse, soltanto per le sedute di allenamento degli atleti, professionisti e non professionisti, riconosciuti di interesse nazionale dal Coni e dalle rispettive federazioni, in vista della loro partecipazione ai giochi olimpici o a manifestazioni nazionali ed internazionali”.

Articolo 2, comma 1, lettera g), Dpcm 8 marzo 2020.
“Sono sospesi altresì gli eventi e le competizioni sportive di ogni ordine e disciplina, svolti in ogni luogo, sia pubblico sia privato”.

Sanzione
Sanzione amministrativa da euro 400 a euro 3000 – Pagamento in misura ridotta 400 euro entro 60.

Autorità competente
Prefetto. Può inoltre essere disposta la sanzione accessoria della chiusura provvisoria dell’esercizio/attività commerciale.

– Divieto manifestazioni organizzative di varia natura

Articolo 1, comma 1, letta g), Dpcm 8 marzo 2020 in combinato disposto con l’articolo 1, comma 1, Dpcm 9 marzo 2020.
“Sono sospese tutte le manifestazioni organizzate, nonché gli eventi in luogo pubblico o privato, ivi compresi quelli di carattere culturale, ludico, sportivo, religioso e fieristico, anche se svolti in luoghi chiusi ma aperti al pubblico, a titolo di esempio grandi eventi, cinema, teatri, pub, scuole di ballo, sale giochi, sale scommesse, sale bingo, discoteche, e locali assimilati; nei predetti luoghi è sospesa ogni attività”.

Articolo 2, comma 1, lettera b), Dpcm 8 marzo 2020.
“Sono sospesi le manifestazioni, gli eventi e gli spettacoli di qualsiasi natura, ivi inclusi quelli cinematografici e teatrali, svolti in ogni luogo, sia pubblico sia privato”.

Sanzione
Sanzione amministrativa da euro 400 a euro 3000. Pagamento in misura ridotta 400 euro entro 60 giorni (280 euro entro 30 giorni).

Autorità competente
Prefetto. Può essere disposta la sanzione accessoria chiusura provvisoria dell’esercizio/attività commerciale.

– Divieto cerimonie civili e religiose

Articolo 2, comma 1, lettera v), Dpcm 8 marzo 2020.
“Sono sospese le cerimonie civili e religiose, ivi comprese quelle funebri”.

Sanzione
Sanzione amministrativa da euro 400 a euro 3000. Pagamento in misura ridotta 400 euro entro 60 giorni (280 euro entro 30 giorni).

Autorità competente
Prefetto.

– Chiusura impianti nei comprensori sciistici

Articolo 1, comma 1, lettera f), Dpcm 8 marzo 2020 in combinato disposto con l’articolo 1, comma 1, Dpcm 9 marzo 2020.
“Sono chiusi gli impianti nei comprensori sciistici”.

Sanzione
Sanzione amministrativa da euro 400 a euro 3000. Pagamento in misura ridotta 400 euro entro 60 giorni (280 euro entro 30 giorni).

Autorità competente
Prefetto.

– Chiusura servizi educativi

Articolo 1, comma 1, lettera h), Dpcm 8 marzo 2020 in combinato disposto con l’articolo 1, comma 1, Dpcm 9 marzo 2020.
“Sono sospesi i servizi educativi per l’infanzia… e le attività didattiche in presenza nelle scuole di ogni ordine e grado, nonché della frequenza delle attività scolastiche e di formazione superiore, comprese le Università e le istituzioni di alta formazione artistica, musicale e coreutica, corsi professionali, master, corsi per le professioni sanitarie e Università per anziani”.

Sanzione
Sanzione amministrativa da euro 400 a euro 3000. Pagamento in misura ridotta 400 euro entro 60 giorni (280 euro entro 30 giorni).

Autorità competente
Prefetto. Può essere disposta la sanzione accessoria chiusura provvisoria dell’esercizio/attività commerciale.

– Restrizioni apertura luoghi di culto

Articolo 1, comma 1, lettera i), Dpcm 8 marzo 2020 in combinato disposto con l’articolo 1, comma 1, Dpcm 9 marzo 2020.
“L’apertura dei luoghi di culto è condizionata all’adozione di misure organizzative tali da evitare assembramenti di persone, tenendo conto delle dimensioni e delle caratteristiche dei luoghi, e tali da garantire ai frequentatori la possibilità di rispettare la distanza tra loro di almeno 1 metro”.

Articolo 2, comma 1, lettera v), Dpcm 8 marzo 2020.
“L’apertura dei luoghi di culto è condizionata all’adozione di misure organizzative tali da evitare assembramenti di persone, tenendo conto delle dimensioni e delle caratteristiche dei luoghi, e tali da garantire ai frequentatori la possibilità di rispettare la distanza tra loro di almeno 1 metro”.

Sanzione
Sanzione amministrativa da euro 400 a euro 3000. Pagamento in misura ridotta 400 euro entro 60 giorni (280 euro entro 30 giorni).

Autorità competente
Prefetto.

– Chiusura di musei e luoghi di cultura

Articolo 1, comma 1, lettera l), Dpcm 8 marzo 2020 in combinato disposto con l’articolo 1, comma 1, Dpcm 9 marzo 2020.
“Sono chiusi i musei e gli altri istituti e luoghi di cultura”.

Articolo 2, comma 1, lettera d), Dpcm 8 marzo 2020.
“E’ sospesa l’apertura dei musei e degli altri istituti e luoghi di cultura di cui all’articolo 101 del Codice dei Beni Culturali e del Paesaggio”.

Sanzione
Sanzione amministrativa da euro 400 a euro 3000. Pagamento in misura ridotta 400 euro entro 60 giorni (280 euro entro 30 giorni).

Autorità competente
Prefetto.

– Chiusura di centri sportivi, culturali e ricreativi

Articolo 1, comma 1, lettera s), Dpcm 8 marzo 2020 in combinato disposto con articolo 1, comma 1, Dpcm 9 marzo 2020.
“Sono sospese le attività di palestre, centri sportivi, piscine, centri natatori, centri benessere, centri termali (fatta eccezione per l’erogazione delle prestazioni rientranti nei livelli essenziali di assistenza) centri culturali, centri sociali,centri ricreativi”.

Sanzione
“Sanzione amministrativa da euro 400 a euro 3000 – Pagamento in misura ridotta 400 euro entro 60 giorni (280 euro entro 30 giorni)”.

Autorità competente
Prefetto.

– Chiusura pub, scuole di ballo, sale giochi, sale scommesse e sale bingo, discoteche e simili

Articolo 2, comma 1, lettera c), Dpcm 8 marzo 2020 
“Sono sospese le attività di pub, scuole di ballo, sale giochi, sale scommesse e sale bingo, discoteche e locali assimilati, con sanzione della sospensione dell’attività in caso di violazione”.

Sanzione
Sanzione amministrativa da euro 400 a euro 3000. Pagamento in misura ridotta 400 euro entro 60 giorni (280 euro entro 30 giorni).

Autorità competente
Prefetto. Può essere disposta la sanzione accessoria della chiusura
provvisoria dell’esercizio/attività commerciale.

– Chiusura attività commerciali al dettaglio e distanza di sicurezza di 1 metro

Articolo 1, comma 1, Dpcm 11 marzo 2020 in combinato disposto con l’articolo 2 del Dpcm 22 marzo 2020.
“Sono sospese le attività commerciali al dettaglio, fatta eccezione per attività di vendita di generi alimentari e di prima necessità individuate nell’allegato 1, sia nell’ambito degli esercizi commerciali di vicinato sia nell’ambito della media e grande distribuzione, anche nei centri commerciali… Sono chiusi, indipendentemente dalla tipologia di attività svolta, i mercati, salvo le attività dirette alla vendita di soli generi alimentari. Restano aperte le edicole, i tabaccai, le farmacie e le parafarmacie. Deve essere in ogni caso garantita la distanza di sicurezza interpersonale di 1 metro”.

Articolo 1, comma 1, lettera c) dell’ordinanza del ministero della salute 20 marzo 2020.
“Sono chiusi gli esercizi di somministrazione di alimenti e bevande, posti all’interno delle stazioni ferroviarie e lacustri, nonché’ nelle aree di servizio e rifornimento carburante, con esclusione di quelli situati lungo le autostrade, che possono vendere solo prodotti da asporto da consumarsi al di fuori dei locali; restano aperti quelli siti negli ospedali e
negli aeroporti, con obbligo di assicurare in ogni caso il rispetto della distanza
interpersonale di almeno un metro”.

Sanzione
Sanzione amministrativa da euro 400 a euro 3000. Pagamento in misura ridotta 400 euro entro 60 giorni (280 euro entro 30 giorni).

Autorità competente
Prefetto. Può essere disposta la sanzione accessoria della chiusura provvisoria dell’esercizio/attività commerciale.

– Chiusura servizi di ristorazione

Articolo 1, comma 2, Dpcm 11 marzo 2020 in combinato disposto con l’articolo 2 del Dpcm 22 marzo 2020.
“Sono sospese le attività dei servizi di ristorazione (fra cui bar, pub, ristoranti, gelaterie e pasticcerie), ad esclusione delle mense e del catering continuativo su base contrattuale che garantiscano le distanze di sicurezza interpersonale di 1 metro. Resta consentita la sola ristorazione con consegna a domicilio con rispetto delle norme igienico sanitario sia per l’attività di confezionamento che di trasporto”.

Sanzione
Sanzione amministrativa da euro 400 a euro 3000. Pagamento in misura ridotta 400 euro entro 60 giorni (280 euro entro 30 giorni).

Autorità competente
Prefetto. Può essere disposta la sanzione accessoria della chiusura provvisoria dell’esercizio/attività commerciale.

– Chiusura servizi alla persona

Articolo 1, comma 3, Dpcm 11 marzo 2020 in combinato disposto con l’articolo 2 del Dpcm 20 marzo 2020 (proroga validità disposizioni sino al 3 aprile).
“Sono sospese le attività inerenti i servizi alla persona (fra cui parrucchieri, barbieri, estetiste) diverse da quelle individuate nell’allegato 2”.

Sanzione
Sanzione amministrativa da euro 400 a euro 3000. Pagamento in misura ridotta 400 euro entro 60 giorni (280 euro entro 30 giorni).

Autorità competente
Prefetto.

– Sospensione attività produttive industriali e commerciali, studi professionali

Articolo 1, comma 1, Dpcm 22 marzo 2020, lettera a)
“Sono sospese tutte le attività produttive industriali e commerciali, ad eccezione di quelle indicate nell’allegato 1, salvo quanto di seguito disposto. Le attività professionali non sono sospese… Resta fermo per le attività commerciali quanto disposto dal Dpcm 11 marzo 2020.

Lettera c)
“Le attività produttive che sarebbero sospese ai sensi della lettera a) possono comunque proseguire se organizzate in modalità di lavoro a distanza o lavoro agile”.

Lettera d)
“Restano sempre consentite anche le attività che sono funzionali ad assicurare la continuità delle filiere delle attività di cui in allegato 1”.

Sanzione
Sanzione amministrativa da euro 400 a euro 3000. Pagamento in misura ridotta 400 euro entro 60 giorni (280 euro entro 30 giorni).

Autorità competente
Prefetto. Può essere disposta la sanzione accessoria della chiusura provvisoria dell’esercizio/attività commerciale.

Daniele Camilli


Condividi la notizia:
  • [1]
  • [2]
  • Tweet [3]
  • [1]
  • [2]