- Viterbo News – Viterbo Notizie – Tusciaweb – Tuscia News – Newspaper online Viterbo – Quotidiano on line – Italia Notizie – Roma Notizie – Milano Notizie – Tuscia web - http://www.tusciaweb.eu -

Fase 2, ecco cosa riapre e quando

Condividi la notizia:
  • [1]
  • [2]

Giuseppe Conte [3]

Giuseppe Conte

Roma – Il presidente del consiglio, Giuseppe Conte, ha annunciato in conferenza stampa le misure per il contenimento dell’emergenza Covid-19 nella cosiddetta “fase due”.

“Ora inizia la convivenza con il virus – ha detto il premier -, ed è possibile che ci sia una risalita della curva dei contagi. Sarà fondamentale il comportamento responsabile di ciascuno di noi. Non bisogna mai avvicinarsi: la distanza di sicurezza deve essere di almeno un metro”.

E sul prezzo delle mascherine. “Saranno fissati e calmierati – ha assicurato Conte -. In un prossimo decreto vogliamo eliminare l’Iva sui dispositivi, che dovrebbero costare 0,50 euro”.



Le fasi della riapertura: dal 4 maggio a giugno

Gli spostamenti
Dal 4 maggio rimane l’obbligo dell’autocertificazione per gli spostamenti all’interno del comune o della regione. Ma cambierà il modulo, perché alle già note motivazioni per uscire di casa si aggiunge quella della visita ai parenti, secondo precise modalità per tutelare salute e sicurezza. Ci si potrà muovere all’interno del proprio comune e della propria regione, non ancora invece in altre regioni se non per motivi di lavoro o salute. Chiunque era rimasto bloccato in un’altra città per il lockdown, può fare ritorno a casa.

Gli incontri
Arriva l’autorizzazione a vedere parenti e familiari stretti (genitori, fratelli, nonni), ma anche in casa resta valido il divieto di assembramenti.

No ai party
Vietati assembramenti in pubblico e nel privato. No ai party.

Attività motorie
Dal 4 maggio sarà consentita la ripresa dell’attività motoria non più nei pressi della propria abitazione, sempre individualmente o comunque a distanza di almeno un metro, con la sola eccezione di persone conviventi nella stessa casa. Potranno riprendere ad allenarsi gli atleti professionisti delle attività individuate dal Coni, non gli sport di squadra per i quali la ripresa potrebbe essere il 18 maggio. Per l’attività sportiva la distanza minima prevista è di due metri. Per la semplice attività motoria è invece di un metro.

Parchi e giardini
Dal 4 maggio riaprono parchi, ville e giardini pubblici, ma avranno ingressi contingentati e a discrezione dei sindaci. In caso, resta valida la regola della distanza.

Bar e ristoranti in take away
Dal 4 maggio possibilità di fare ristorazione con le modalità di vendita da asporto, oltre che di domicilio. Il consumo non deve avvenire all’interno del locale, né al suo esterno devono formarsi assembramenti in cui non si rispetta la distanza.

Messe e funerali
Dal 4 maggio potranno essere nuovamente celebrati i funerali, ma solo alla presenza dei familiari stretti. Non più di 15 persone dotate di mascherine e a distanza l’uno dall’altro. Le cerimonie funebri, se possibili, all’aperto. No invece alle messe.

Le attività produttive
Domani la riapertura delle aziende ritenute strategiche: dai cantieri dell’edilizia pubblica al manufatturiero per l’export, con richieste di autorizzazione in deroga ai prefetti. Dal 4 maggio tutte le altre e il commercio all’ingrosso funzionale a queste filiere.

I negozi
Per gli esercizi commerciali al dettaglio la riapertura è fissata per il 18 maggio.

Musei e mostre
Riapriranno il 18 maggio musei, mostre e luoghi culturali all’aperto.

Bar, ristoranti e parrucchieri
La riapertura di bar, ristoranti, parrucchieri e centri estetici è prevista per il primo giugno.


Documenti: – Lavori e spostamenti dal 4 maggio, cosa cambia: Il Dpcm 26 aprile 2020 [4]


Condividi la notizia:
  • [1]
  • [2]
  • Tweet [5]
  • [1]
  • [2]