--
    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Coronavirus - Economia - Le richieste dell'organizzazione per l’educazione allo sport

“Implementazione delle indennità, fondo per i compensi e sospensione dei canoni di locazione”

Condividi la notizia:

Viterbo - Il centro storico dall'alto dall'alto

Viterbo – Il centro storico dall’alto

Viterbo – Riceviamo e pubblichiamo – Lo sport per la nostra penisola rappresenta una componente economica fondamentale, con un fatturato da quasi tre miliardi di euro l’anno. Sogni, speranze, passione e dedizione. Le vite di migliaia di operatori sportivi ed atleti sono legate ad esso.

L’emergenza sanitaria che ha bruscamente interrotto quasi ogni occupazione lavorativa, rischia di mandare al collasso anche moltissime attività legate al mondo dello sport.

L’organizzazione per l’educazione allo sport, con l’impegno ed il lavoro di tutto il direttivo, continua la sua corsa nella risposta alla crisi generata dal Covid-19, avanzando prontamente ed incessantemente una serie di richieste alle istituzioni attraverso lo “Sportello cura Italia”.

“L’occupazione sportiva è la realtà lavorativa quotidiana di innumerevoli persone – commenta il vicepresidente nazionale Opes Davide Fioriello -. Oggi sentiamo ancora di più la necessità di tutelare tutti coloro si affidano al nostro ente ed è per questo motivo che continuiamo a sollevare proposte concrete e pensate con criterio. Abbiamo il dovere però di agire in una prospettiva ancora più ampia per il bene di tutto il mondo della promozione sportiva e per far valere i diritti e la ripresa di tutte le attività italiane. Lo Sportello cura Italia, attivo telefonicamente e digitalmente è un mezzo continuo e trasparente che sta dando voce ai problemi di tutta la nazione”.

Prima delle tre richieste avanzate, l’implementazione del fondo di 50 milioni di euro per le indennità dei collaboratori sportivi. In questo modo sarà possibile includere anche i lavoratori che nel 2019 hanno ricevuto compensi superiori a 10mila euro.

In seconda istanza, la richiesta dell’istituzione del fondo per i compensi del mese di aprile ed erogazione dell’indennità secondo il principio della proporzionalità, tenendo conto del reddito del 2019.

Terza richiesta, la sospensione dei canoni di locazione privata fino al 31 dicembre e possibilità di rientro tra 12 e 18 mesi a partire da gennaio 2021.

“A tutela dello sport italiano, Opes ha ad oggi come obiettivo primario quello di assicurarsi che le proposte su citate vengano vagliate e magari accolte dalle commissioni competenti – continua Vittorio Rosati, responsabile nazionale di Opes – perché non possiamo smettere, oggi, più che mai di continuare con il lavoro di supporto e assistenza alle Asd ed a tutti gli operativi, Viterbo in primis”.

Per mettersi in contatto con il front-office dello Sportello Cura Italia di Opes telefonare al numero 06.55.17.93.40oppure scrivere una mail a sportellocuraitalia@opesitalia.it avanzando le proprie domande o richieste.

Opes Italia


Condividi la notizia:
10 aprile, 2020

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR