Tusciaweb-150x200-luglio-20-b

    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Operazione Déjà vu - La difesa: "Un provvedimento non definitivo" - Fissata per il 13 luglio l'udienza in cui l'imprenditore potrà tentare di evitare la confisca

Maxiconfisca da 4 milioni a Elio Marchetti, dietro c’è la maxievasione sulle supercar dall’estero

Condividi la notizia:

Elio Marchetti

Elio Marchetti

Polstrada e finanza in una delle aziende di Elio Marchetti

Polstrada e finanza in una delle aziende di Elio Marchetti

Polstrada e finanza in una delle aziende di Elio Marchetti

Polstrada e finanza in una delle aziende di Elio Marchetti

Polstrada e finanza in una delle aziende di Elio Marchetti

Polstrada e finanza in una delle aziende di Elio Marchetti

Viterbo – (sil.co.) – Maxievasione nell’importazione di supercar dall’estero, maxisequestri e confische di immobili riconducibili a Elio Marchetti. Per oltre 4 milioni di euro tra la rivendita di via Mainella, un altro immobile e una piccola azienda di produzione alimentare. Come detto riguardano gli immobili, ma non le attività commerciali. Che quindi, a parte le limitazioni dovute alla serrata Covid, possono proseguire come prima. 

Sono ancora conseguenti all’arresto per associazione per delinquere della primavera 2017 – operazione “Déjà vu” – i nuovi guai dell’imprenditore viterbese del settore auto Elio Marchetti.

“Un provvedimento non definitivo”, spiega la difesa, che potrà provare a ribaltare la situazione nell’udienza già fissata per il prossimo 13 luglio. 

Il 46enne, ieri mattina di buonora, in piena emergenza Coronavirus, si è visto piombare finanza e stradale in tre immobili a uso commerciale secondo la procura a lui riconducibili ma, sotto il profilo prettamente giuridico, fittiziamente intestati a due distinte società di capitali. 

Un provvedimento della sezione misure di prevenzione del tribunale distrettuale di Roma, su richiesta del procuratore Paolo Auriemma e dei pm Eliana Dolce e Stefano D’Arma. Un  fulmine a ciel sereno per l’imprenditore e i suoi due storici difensori, avvocati Roberto Massatani e Marco Valerio Mazzatosta.

Che cosa è una misura di prevenzione? “Si tratta di un provvedimento non definitivo, temporaneo, eseguito con la formula ‘inaudita altera parte’ che non prevede quindi impugnazione da parte della difesa – spiega l’avvocato Mazzatosta – ma che sarà seguito da un’udienza già fissata per sentire ‘l’altra parte’, ovvero il destinatario Elio Marchetti, che tramite i suoi legali potrà fare le sue osservazioni”. L’udienza è stata già fissata davanti al tribunale di Roma per il prossimo 13 luglio.

A quasi tre anni di distanza, si tratta, come spiegato dagli inquirenti, dell’evoluzione dell’operazione “Déjà vu” del 3 maggio 2017.

All’epoca Marchetti fu arrestato assieme a cinque presunti complici, tra cui due dipendenti, con l’accusa di associazione per delinquere finalizzata all’evasione fiscale sulle vetture di grossa cilindrata importate dall’estero. Il processo scaturito da quel blitz è tuttora in corso davanti al collegio presieduto dal giudice Silvia Mattei.

Si tratta, formalmente di una confisca per sproporzione, non riconducibile a reati, altrimenti sarebbe sfociata nel penale: una “misura amministrativa di prevenzione”, in quanto Marchetti non avrebbe avuto la possibilità di acquistare questi immobili, se non utilizzando i proventi dei reati commessi.

Secondo l’accusa, l’organizzazione criminale di cui Marchetti sarebbe stato la mente avrebbe omesso il versamento a favore delle casse dell’erario di Iva dovuta pari a 5 milioni e 400mila euro e di un milione e mezzo di Ires. Per la procura, l’imprenditore 46enne avrebbe evaso il fisco per un decennio, dal 2007 al 2017. Risultando, ciononostante, formalmente pressoché nullatenente e indigente. 


 – Sequestri e confische per oltre 4 milioni di euro, ancora guai per l’imprenditore Marchetti


Condividi la notizia:
22 aprile, 2020

Operazione Déjà vu ... Gli articoli

  1. Supercar col trucco dalla Germania, Elio Marchetti condannato a 5 anni e 4 mesi
  2. Impianto elettrico in tilt, slitta al 10 luglio la discussione del processo Marchetti
  3. Sta male uno dei coimputati, salta la sentenza del processo a Elio Marchetti
  4. "Marchetti ha una lunga storia criminale, caratterizzata da reati e da un'evasione fiscale colossale"
  5. Sequestrati soldi e beni per 4,5 milioni di euro a Elio Marchetti
  6. Supercar col trucco dalla Germania, al rush finale il processo a Elio Marchetti
  7. Sequestri e confische per oltre 4 milioni di euro, ancora guai per l'imprenditore Marchetti
  8. "Supercar dalla Germania, le fatture vanno acquisite dal fornitore tedesco"
  9. Supercar col trucco da Marchetti, condannati un pugliese e il prestanome di Latina
  10. Supercar dall'estero col trucco, indagato anche il fornitore tedesco di Marchetti
  11. Elio Marchetti, come un fiume in piena, si difende davanti ai giudici
  12. Supercar dalla Germania, Elio Marchetti pedinato dagli investigatori fino in Puglia
  13. "Marchetti importava auto tedesche col trucco tramite le società cartiera"
  14. Supercar col trucco, ecco come funzionava il "sistema Marchetti"...
  15. E' il titolare di una società cartiera il primo teste contro Elio Marchetti
  16. Nuovi guai giudiziari per l'imprenditore Elio Marchetti
  17. Giro di auto dall'estero, Elio Marchetti torna in libertà
  18. Supercar col trucco, ai domicilari da oltre sei mesi Marchetti chiede revoca
  19. Supercar dall'estero col trucco, processo lampo per Elio Marchetti
  20. Elio Marchetti sventa un tentativo di suicidio in carcere
  21. Giro di auto dall'estero, sequestrate le targhe
  22. Evade dai domiciliari, Elio Marchetti in carcere
  23. Frode carosello, confermati i domiciliari dal Riesame
  24. Giro di auto dall'estero, il Riesame prende tempo
  25. Frode carosello, parola al tribunale del riesame
  26. Per prestanome un muratore e il gestore di una lavanderia
  27. Giro di auto dall'estero, difese pronte a ricorrere al Riesame
  28. Evadevano l'Iva per poi spartirsi il bottino
  29. Giro di auto dall'estero, si setacciano le intercettazioni
  30. Giro di auto dall'estero, altri tre indagati
  31. Anche due donne viterbesi tra gli arrestati
  32. Giro di auto dall'estero, interrogatori fiume
  33. Déjà vu, ovvero già vissuto...
  34. "Tutto ruotava intorno a Elio Marchetti..."
  35. Operazione Déjà vu - Arrestato Elio Marchetti
  36. Reati contro il fisco, arrestato Elio Marchetti
  37. Reati contro il fisco, sei arresti

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR