--
    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Roma - L'iniziativa per i cittadini di età pari o superiore a 75 anni

Poste e carabinieri, accordo per portare la pensione a casa

Condividi la notizia:

Poste italiane

Poste italiane

Roma – Poste e carabinieri, accordo per portare la pensione a casa.

In questo periodo di emergenza per la diffusione del coronavirus, poste italiane e i carabinieri lanciano un nuovo servizio. Prevista la possibilità di farsi portare a casa la pensione. La novità viene spiegata sul sito di Poste italiane. 

C’è una convenzione sottoscritta e in base alla quale “tutti i cittadini di età pari o superiore a 75 anni che percepiscono prestazioni previdenziali presso gli uffici postali, che riscuotono normalmente la pensione in contanti, possono chiedere di ricevere gratuitamente le somme in denaro presso il loro domicilio, delegando al ritiro i carabinieri”.

La nota specifica che c’è però una limitazione al servizio. “Il servizio – si legge sul sito – non potrà essere reso a coloro che abbiano già delegato altri soggetti alla riscossione, abbiano un libretto o un conto postale o che vivano con familiari o comunque questi siano dimoranti nelle vicinanze della loro abitazione”.

L’accordo nasce per far fronte all’emergenza coronavirus e alla misure che limitano gli spostamenti in questo periodo di emergenza. Ma non solo. “L’iniziativa – si legge – permette anche di tutelare i soggetti beneficiari dalla commissione di reati a loro danno, quali, truffe, rapine e scippi”.

Nella nota si spiega anche come verrà messa in atto questa iniziativa. “In base alla convenzione – si legge sul sito – appena sottoscritta i carabinieri si recheranno presso gli sportelli degli uffici postali per riscuotere le indennità pensionistiche per poi consegnarle al domicilio dei beneficiari che ne abbiano fatto richiesta a poste italiane rilasciando un’apposita delega scritta. I pensionati potranno contattare il numero messo a disposizione da poste o chiamare la più vicina stazione dei carabinieri per richiedere maggiori informazioni”.

Il servizio proseguirà “per l’intera durata dell’emergenza Covid-19”.


Condividi la notizia:
6 aprile, 2020

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR