--
    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Roma - Il viceministro delle Infrastrutture (M5s) Giancarlo Cancellieri in un video su Facebook

Aspi, Cancelleri: “Da Atlantia un ricatto, via la concessione”

Condividi la notizia:

Giancarlo Cancelleri

Giancarlo Cancelleri

Roma – Aspi, Cancelleri: “Da Atlantia un ricatto, via la concessione”.

Il viceministro delle Infrastrutture (M5s) Giancarlo Cancellieri posta un video su Facebook e attacca Aspi. 

“Aspi, quelli del crollo del ponte di Genova, che si sono macchiati delle 43 vittime – dice Cancellieri – che non hanno neanche chiesto scusa, quelli lì dei Benetton, che ricattavano il governo, se ne sono usciti con una novità. Hanno detto: se non ci fate la garanzia dello stato per avere un prestito anche noi di qualche miliardo di euro, non facciamo gli investimenti. Cioè il ricatto, la logica del ricatto“.

E poi la richiesta, chiedendo l’appoggio anche delle altre forze di maggioranza. “Ebbene – aggiunge – quello che penso e che pensa il M5s: abbiamo perso solo tempo, mi rivolgo alle altre forze di maggioranza, a Iv al Pd, stiamo perdendo tempo revochiamogli le concessioni, questa non è gente seria”.

E ancora: “Noi un piano ce l’abbiamo, un piano serio che risponde a tutte le critiche di quelli che dicevano che senza la concessione tanti padri di famiglia alla fine perderanno il lavoro. Non perde il lavoro nessuno. Vogliamo commissariare direttamente Aspi, con un commissario di governo. E Spea, che era quella che taroccava i controlli, la sostituiamo con Anas“.

“Così non perde il lavoro nessuno – spiega Cancelleri – e allontani la penale che dovremmo riconoscere per la revoca della concessione, perché la metti alla fine come onere di subentro, e intanto fai partire il bando di gara“.

Poi il riferimento alla minestra De Micheli. “Il ministro De Micheli – conclude Cancellieri – ha questo dossier dove ha fatto insieme con Aspi una sorta di trattativa. Non lo conosce nessuno questo dossier, non lo conosce né il M5s né altre forze di governo, né Conte“.

E ancora. “Lo ha dichiarato lei sui giornali – conclude Cancellieri -. Ebbene che lo tirasse fuori, cominciamo a parlarne è inutile che ci giriamo intorno. Quando riusciremo a fare questa discussione? Il tempo è scaduto, perché quando andremo a consegnare il ponte di Genova, quando sarà finito, lo dovremo consegnare a qualcuno e se non sappiamo a chi va la concessione, non sapremo neanche a chi va il contratto di governo”.

A stretto giro arriva la replica del Mit. “Il comunicato stampa di Atlantia ha il sapore di un ultimatum – dicono all’Ansa fonti del ministero delle Infrastratture e dei Trasporti – .Premesso che nessuno, né tanto meno Atlantia, può permettersi di minacciare le istituzioni, è bene ricordare che determinate decisioni vanno aspettate con rispetto delle istituzioni e di coloro che hanno lavorato senza mai fermarsi alla procedura di caducazione”.

Il dicastero precisa inoltre di aver già “completato il dossier, come annunciato nei giorni scorsi e in parlamento dalla ministra, e lo ha inviato alla presidenza del consiglio per avviare una discussione e un confronto necessari prima della decisione che avverrà in consiglio dei ministri, come più volte sottolineato pubblicamente dalla ministra De Micheli”.


Condividi la notizia:
23 maggio, 2020

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR