--
    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Civitavecchia - Carabinieri - Spacciata, avrebbe fruttato diecimila euro

Cocaina purissima, tre arresti

Condividi la notizia:

Carabinieri

Carabinieri

Civitavecchia – Tre arresti per spaccio. 

I carabinieri della compagnia di Civitavecchia, durante servizi finalizzati a prevenire e reprimere il fenomeno della vendita di stupefacenti, ieri hanno arrestato tre persone, tutte abitanti a Civitavecchia, per spaccio e hanno segnalato alla prefettura di Roma un uomo come assuntore di droghe.

In particolare, da quanto si legge su una nota diramata dal gruppo carabinieri di Ostia, i militari della stazione di Civitavecchia principale, “da diversi giorni avevano notato un andirivieni di giovani presso un’abitazione di via Tarquinia. I carabinieri, al termine di un servizio di osservazione, hanno fatto scattare il blitz e hanno bloccato un acquirente, trovato in possesso di una dose di cocaina, e successivamente hanno fatto incursione nell’abitazione”.

Il gruppo, sempre stando alle indagini degli uomini dell’Arma e da quanto riportato sulla nota, era “composto da un uomo 45enne, da una donna 42enne e da un terzo individuo 56enne, tutti con precedenti”, che “avevano attuato un sistema di spaccio ben architettato, nel quale la donna e l’uomo più anziano fungevano da ‘palo’ e da ‘pusher’, prendendo contatti con gli acquirenti, mentre il terzo attendeva gli ordinativi all’interno dell’abitazione e preparava la dose richiesta, che veniva successivamente consegnata”.

Durante la perquisizione sono stati trovati 85 grammi di cocaina purissima e sostanza utile per il taglio dello stupefacente. Immessa sulla piazza di spaccio avrebbe fruttato oltre 10mila euro.

“Sono stati inoltre rinvenuti – prosegue la nota dei carabinieri – ben cinque bilancini di precisione e la somma di 4mila 300 euro in contanti, avvolti nel cellophane e occultati sotto un lavandino”. Il tutto è stato sequestrato. 

I tre sono agli arresti domiciliari, mentre l’acquirente è stato segnalato alla prefettura di Roma come assuntore di sostanze stupefacenti.


Condividi la notizia:
23 maggio, 2020

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR