- Viterbo News – Viterbo Notizie – Tusciaweb – Tuscia News – Newspaper online Viterbo – Quotidiano on line – Italia Notizie – Roma Notizie – Milano Notizie – Tuscia web - http://www.tusciaweb.eu -

Fase 2 – Ecco la nuova autocertificazione che serve dal 4 maggio

Condividi la notizia:
  • [1]
  • [2]

Coronavirus - La polizia controlla le autocertificazioni [3]

Coronavirus – La polizia controlla le autocertificazioni

Viterbo – Coronavirus, ecco il modulo per la Fase 2. La nuova autocertificazione [4] per gli spostamenti è in vigore dal 4 maggio. Ma il ministero dell’Interno sottolinea “che può essere ancora utilizzato il precedente modello [5] barrando le voci non più attuali” e che “l’autodichiarazione è in possesso degli operatori di polizia e può essere compilata al momento del controllo”.

In una circolare inviata ai prefetti, il Viminale spiega: “Le circostanze giustificative di tutti gli spostamenti ammessi, in caso di eventuali controlli, possono essere fornite nelle forme e con le modalità consentite. La giustificazione del motivo di lavoro può essere comprovata anche esibendo adeguata documentazione fornita dal datore di lavoro (tesserini o simili) idonea a dimostrare la condizione dichiarata”.

Il ministero dell’Interno ribadisce “l’obbligo di usare protezioni delle vie respiratorie nei luoghi chiusi accessibili al pubblico, inclusi i mezzi di trasporto, e comunque in tutte le occasioni in cui non sia possibile garantire continuativamente il mantenimento della distanza di sicurezza. Non sono soggetti a tale obbligo i bambini al di sotto dei sei anni, nonché i soggetti con forme di disabilità non compatibili con l’uso continuativo della mascherina ovvero i soggetti che interagiscono con i predetti”.

Da domani ci saranno più possibilità di spostamento, ma il Viminale fa leva sul “senso di responsabilità dei singoli cittadini”. “Il quadro complessivo delle misure adottate – sottolinea – impone di trovare un punto di equilibrio tra il primario obiettivo di salvaguardare la salute pubblica, da perseguire essenzialmente con il divieto di assembramento e, più in generale, con il distanziamento interpersonale e ogni altra forma di protezione individuale, e l’esigenza di contenere l’impatto sulla vita quotidiana dei cittadini”.


Le autocertificazioni per la Fase 2: Il nuovo modulo [4]Il vecchio modulo barrato [5]


Condividi la notizia:
  • [1]
  • [2]
  • Tweet [6]
  • [1]
  • [2]