Tusciaweb-150x200-luglio-20-b

    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Il giornale di mezzanotte - Cultura - L'assessore al Turismo Paolessi: "Vincente il nostro progetto di recupero di palazzo Nuzzi per la creazione di un museo"

“Il comune di Orte ancora primo nella graduatoria per i finanziamenti della fondazione Carivit”

Condividi la notizia:

Orte - palazzo Nuzzi

Orte – palazzo Nuzzi

Orte – Riceviamo e pubblichiamo – È stata recentemente pubblicata, dalla fondazione Carivit, la graduatoria dei comuni ammessi al finanziamento per il recupero di beni culturali della provincia di Viterbo.

Per il secondo anno consecutivo il comune di Orte, forte di una collaborazione con i laboratori di restauro del Dibaf dell’università degli studi della Tuscia, si è posizionato al primo posto con un progetto di recupero degli apparati decorativi di palazzo Nuzzi, sede dove l’amministrazione comunale intende trasferire un nuovo polo museale.

“Il museo che vogliamo realizzare a palazzo Nuzzi – dichiara il sindaco Angelo Giuliani – sta prendendo finalmente forma. Sono quasi terminati i lavori di allestimento dei sotterranei e presto verranno realizzati dei percorsi espositivi al piano terra e al piano primo, mentre la sede del museo civico dell’ex chiesa di Sant’Antonio sarà destinata a laboratorio-museo dove verranno lavorati e studiati i materiali provenienti dal porto romano di Seripola”.

“Il progetto finanziato dalla fondazione Carvit – continua l’assessore al Turismo Claudia Paolessi – prevede il completamento dei cantieri di tesi iniziati lo scorso anno all’interno della camera da letto del cardinale Ferdinando Nuzzi, i quali saranno fruibili al pubblico predisponendo delle giornate di ‘cantieri aperti’ con la possibilità di incontro con i restauratori che hanno effettuato l’intervento”.

“Tutto questo – termina l’assessore Paolessi – è finalizzato a costruire un percorso di visite integrato tra tutte le bellezze della nostra città come Orte sotterranea e il ninfeo”.

Claudia Paolessi
Assessore al Turismo comune di Orte


Condividi la notizia:
30 maggio, 2020

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR