Tusciaweb-150x200-luglio-20-b

    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Sport - Pallacanestro - Intervista a coach Laura Gamberini, del Basket Pegaso Tarquinia: "Guardiamo a settembre, sperando di riprendere l’attività agonistica"

“La salute dei nostri ragazzi viene prima di tutto”

di Daniele Aiello Belardinelli
Condividi la notizia:

Sport - Pallacanestro - Basket Pegaso Tarquinia

Sport – Pallacanestro – Basket Pegaso Tarquinia

Tarquinia – “La salute dei nostri ragazzi viene prima di tutto”.

La palla a spicchi da oltre un mese non rimbalza più sui parquet d’Italia. Anche al palazzetto dello sport “Angelo Jacopucci” di Tarquinia.

La Federazione di basket è stata tra le prime a sospendere tutti i campionati, per il diffondersi del Coronavirus.

Una decisione che ha trovato d’accordo tutta la dirigenza dell’Asd Basket Pegaso, “anche se l’interruzione forzata a marzo ci ha lasciato l’amaro in bocca – dice coach Laura Gamberini -. Iniziava proprio in quel momento la parte più bella e coinvolgente della stagione per i 150 cestisti delle nostre nove squadre”.

Come stava andando la stagione agonistica?
“La prima squadra era quarta in classifica a tre giornate dalla fine e avrebbe giocato i playoff per la promozione in serie D. Gli under 16, campioni regionali in carica, dopo una partenza problematica, avevano agganciato le posizioni di testa e si preparavano a una seconda fase che faceva ben sperare. Gli under 14 veleggiavano primi in classifica. Gli esordienti erano pronti ad affrontare il clou della stagione, così come tutte le squadre minibasket. Gli aquilotti 2009 e 2010 avrebbero partecipato al Torneo Nazionale Adriatica Cup di Pesaro, una della più importanti manifestazioni italiane di minibasket”.

Come è stata accolta la decisione della Federazione di fermarsi?
“E’ stata tra le prime a sospendere l’attività agonistica. Prima quella regionale, poi quella nazionale. È stata una decisione che ha creato delusione e profondo vuoto tra tutte le parti coinvolte, giocatori, allenatori, dirigenti e addetti ai lavori. Ma le considerazioni sono state unanimi, riconoscendo ai vertici federali un innegabile senso di responsabilità e una prontezza decisionale che è mancata ad altre federazioni. Ripartire non sarà facile, per una situazione epidemiologica ancora lontana dall’essere risolta che rende perfino difficile capire come ritornare a scuola. Figuriamoci parlare di ripresa degli sport di squadra come il basket, in cui il contatto e la vicinanza tra giocatori costituiscono la sua stessa natura”.

Cosa devono fare le istituzioni per aiutare il movimento sportivo dilettantistico?
“C’è l’aspetto economico da considerare. Quando si parla di sport si pensa subito al calcio e allo sport professionistico in genere. Spesso si dimentica che le associazioni dilettantistiche sono la spina dorsale del movimento. In questo momento, lo sport dilettantistico è al collasso, tanto che per molte realtà sarà difficile ripartire. Capisco che tutti i comparti produttivi in questa fase stanno affrontando enormi difficoltà. È ovvio che a loro va la priorità. Sarà però difficile pensare a una ripresa dell’attività dilettantistica senza un intervento delle istituzioni, per tutelare un mondo che coinvolge milioni di persone, per la maggior parte minori, e che ha tra i suoi baluardi il benessere fisico, l’inclusione e lotta alle discriminazioni”.

Quale è il messaggio che vuole trasmettere ai suoi giocatori?
“Ai ragazzi, tramite i vari social, con filmati, consigli di allenamenti e parole di incoraggiamento, io e tutto lo staff continuiamo a mandare un messaggio di speranza costante con gli occhi rivolti a settembre, con le scuole riaperte, l’economia in ripresa e l’augurio di tornare a fare canestro sul parquet del palazzetto “Angelo Jacopucci”, davanti ai nostri tifosi”.

Daniele Aiello Belardinelli


Condividi la notizia:
3 maggio, 2020

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR