--
    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Vetralla - Intervengono Dario Bacocco e Gennaro Giardino di Forza Italia

“Olii esausti, porteremo il problema in consiglio comunale”

Condividi la notizia:

Civita Castellana - Dario Bacocco

Dario Bacocco

Gennaro Giardino

Gennaro Giardino

Vetralla – Riceviamo e pubblichiamo – Per rispondere a numerosi cittadini in ordine alle stazioni per la raccolta degli oli esausti che traboccano, vogliamo fare una breve cronistoria, le stesse sono state installate dall’amministrazione Aquilani nel marzo 2014, come in molti paesi della provincia di Viterbo  i costi delle stazioni e dei contenitori furono sostenuti dalla provincia di Viterbo, che sfruttò dei contributi regionali, così come le pratiche per la convenzione con le aziende che avrebbero dovuto ritirare gli oli.

L’amministrazione Aquilani e specificatamente l’allora assessore all’Ambiente Dario Bacocco misero a punto gli atti per permettere l’installazione delle stazioni di raccolta e la distribuzione, tramite la Vetralla Servizi, dei contenitori alle famiglie.

Fin da subito la Provincia di Viterbo è risultata carente a livello tecnico, infatti mancavano i microcip sui tappi delle taniche distribuite alle famiglie e la raccolta degli oli avveniva solo dopo ripetuti interventi di segnalazione. Tale servizio risulta comunque importante, visto la quantità di oli esausti che raccoglie ma lo sarebbe stato in maniera ancora maggiore se si fosse fatta partire  la raccolta differenziata.

Apriamo una parentesi sulla raccolta differenziata,  l’amministrazione Coppari ha preferito stravolgere totalmente il capitolato d’appalto della precedente amministrazione, accampando l’idea di voler attivare un servizio di raccolta porta a porta, ingessando completamente il progetto trovato e di fatto bloccando tutto.

Non solo, è stata aumentata di circa il 30% la tassa sui rifiuti, accampando l’idea che tale aumento sarebbe servito a far partire la raccolta differenziata nel luglio 2019, risultato che il cittadino ha pagato di più e ad oggi non ha ricevuto alcun nuovo servizio.

A fronte di numerose interrogazioni da parte del consigliere Bacocco, a oggi l’amministrazione non è in grado di giustificare l’aumento o di far partire la raccolta differenziata.

Nel primo consiglio comunale, porteremo a conoscenza e stimoleremo l’amministrazione in ordine ai problemi alle stazioni di raccolta olii esausti e, rinnoveremo, i nostri dubbi sull’aumento applicato, chiedendo che le somme, se non verranno utilizzate per la differenziata,  vengano restituite ai cittadini.

Dario Bacocco (consigliere FI)
Gennaro Giardino (commissario FI)


Condividi la notizia:
19 maggio, 2020

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR