Tusciaweb-150x200-luglio-20-b

    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Coronavirus - Ampliamento della mobilità: favorevoli al nord, preoccupati al sud

Presidenti delle regioni in lite sulle riaperture

Condividi la notizia:

Napoli - Vincenzo De Luca in conferenza stampa

Vincenzo De Luca 

Alessio D'Amato

Alessio D’Amato

Luca Zaia in conferenza stampa

Luca Zaia 

Roma – Non c’è compattezza, tra i governatori regionali, sul fronte delle riaperture. 

Per semplificare, è possibile dire che ci sono due schieramenti. Da un lato, i presidenti delle regioni del nord, tra le quali Veneto, Liguria, Emilia-Romagna, che sono anche quelle che hanno più risentito dell’epidemia, favorevoli alla ripresa dei viaggio su tutto il territorio nazionale.

Dall’altro, governatori prevalentemente del centro e del sud, come quelli delle regioni Sardegna, Toscana e Campania, che sono contrari. 

Il Lazio mantiene una posizione cautamente equilibrata, facendo presente, tramite l’assessore alla Sanità Alessio D’Amato, che “ci sono troppe pressioni perché riparta il Nord” e che “bisogna basarsi su evidenze scientifiche”.

Molto più diretto, al solito, il governatore della Campania Vincenzo De Luca, preoccupato soprattutto per il numero dei contagi in Lombardia che migliora ma che resta sempre la regione con i dati peggiori: “In presenza di contagi elevati – ha detto De Luca – è ovvio che in un territorio debbano esserci limiti alla mobilità”. Sulla stessa linea, anche se un po’ più morbido, il governatore della Toscana Enrico Rossi: “Se ci sono situazioni di regioni dove ancora il livello di contagio è più alto, tenerne conto non è sbagliato”. 

Tra gli ottimisti, al sud, c’è Michele Emiliano, presidente della regione Puglia, secondo il quale “è il momento di riaprire il paese”. “Una decisione giusta” anche per il sindaco di Milano Beppe Sala e “saggia” per il governatore della Liguria Giovanni Toti.


Condividi la notizia:
31 maggio, 2020

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR