- Viterbo News – Viterbo Notizie – Tusciaweb – Tuscia News – Newspaper online Viterbo – Quotidiano on line – Italia Notizie – Roma Notizie – Milano Notizie – Tuscia web - http://www.tusciaweb.eu -

Processo Landolfi, sfilano i primi testi contro il 31enne accusato dell’omicidio della fidanzata

Condividi la notizia:
  • [1]
  • [2]

Andrea Landolfi e Maria Sestina Arcuri [3]

Andrea Landolfi e Maria Sestina Arcuri

Mirella Iezzi [4]

Mirella Iezzi – La nonna di Andrea Landolfi

Daniele Fabrizi e Serena Gasperini [5]

L’arrivo in tribunale dei difensori Daniele Fabrizi e Serena Gasperini

Daniele Fabrizi e Serena Gasperini [6]

Gli avvocati Daniele Fabrizi e Serena Gasperini

I parenti di Andrea Landolfi con i difensori Daniele Fabrizi e Serena Gasperini [7]

I parenti di Andrea Landolfi con i difensori Daniele Fabrizi e Serena Gasperini

Ronciglione – Giallo di Ronciglione, è entrato nel vivo questa mattina, Fase 2 dell’era Coronavirus, il processo per omicidio volontario  e omissione di soccorso a Andrea Landolfi. E’ il pugile romano 31enne accusato di avere ucciso, gettandola volontariamente dalle scale della casa di Ronciglione della nonna Mirella Iezzi la fidanzata 26enne Maria Sestina Arcuri la notte tra il 3 e il 4 febbraio 2019.

La vittima è morta all’ospedale di Belcolle il 6 febbraio, dopo due giorni di agonia. L’imputato è in carcere dal 25 settembre, dopo il no del gip Francesco Rigato alla richiesta di misura del pm Franco Pacifici, accolta dal Riesame e successivamente confermata, per l’appunto otto mesi fa, dalla  corte di cassazione.

L’udienza, cominciata poco dopo le dieci e destinata all’ascolto dei primi sei testimoni del pubblico ministero Franco Pacifici, è ancora in corso.

Nonostante il protocollo anticontagio preveda fino al 31 luglio udienze esclusivamente a porte chiuse, in tribunale sono giunti anche i familiari di Landolfi,la mamma, la sorella e la zia, che hanno accompagnato la nonna di Landolfi, Mirella Iezzi.

La donna, 81 anni, nel processo è parte offesa e parte civile, in quanto il nipote, accusato di lesioni aggravate nei suoi confronti, le avrebbe procurato la frattura di tre costole mentre lei cercava di soccorrere la vittima. 

Per la prima volta davanti alla corte d’assise presieduta dal giudice Gaetano Mautone, gli avvocati Daniele Fabrizi e Serena Gasperini, nominati difensori dall’imputato a fine marzo, quando il 31enne ha revocato il precedente difensore Giacomo Marini.

Un avvicendamento a sorpresa, seguito dal colpo di scena del supertestimone Claudio Cipollini, un detenuto laureato in giurisprudenza, titolare di una società di consulenza legale ai detenuti, la Legal Consulting, che si avvale, tra gli altri, della collaborazione di Marini. Sarebbe stato proprio Cipollini, all’epoca detenuto a Regina Coeli e attualmente ai domiciliari, a presentare Marini a Landolfi. 

La revoca dell’incarico a Marini non è stata indolore, come ha sottolineato la nonna di Landolfi, Mirella Iezzi, piena di rabbia e risentimento nei confronti del legale e del supertestimone. “Si sono comportati entrambi malissimo nei confronti di Andrea e della famiglia”, ha detto.

“Mio nipote è innocente”, ha quindi ribadito la donna. Lei veramente supertestimone di quanto accaduto quella maledetta notte nella sua casa di via Papirio Serangeli a Ronciglione. 

Silvana Cortignani


Articoli: Landolfi all’avventore di un pub: “Saluta Sestina, tanto non la vedi più…” [8] – Morte di Sestina Arcuri, in aula l’audio della telefonata del fidanzato Andrea Landolfi al 118 [9] – Omicidio Arcuri, saranno sentiti il 14 maggio i primi testimoni contro Andrea Landolfi [10]


Condividi la notizia:
  • [1]
  • [2]
  • Tweet [11]
  • [1]
  • [2]