Tusciaweb-150x200-luglio-20-b

    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Coronavirus - Il presidente dell'Iss Silvio Brusaferro cautamente ottimista sull'andamento dell'epidemia

“Seconda ondata possibile, ma sarà meno violenta”

Condividi la notizia:

Silvio Brusaferro

Silvio Brusaferro

Roma – Non c’è una certezza, non ce ne sono molte sul Coronavirus in generale. Silvio Brusaferro, presidente dell’Istituto superiore di sanità (Iss) non può dire né che sicuramente si verificherà una seconda ondata, né il contrario.

Intervistato da Repubblica, stamattina, ha spiegato che la cosiddetta seconda ondata dell’epidemia in Italia “non è scontata e non si può escludere, ma non si possono fare paragoni con quanto abbiamo vissuto, comunque non avrà lo stesso impatto della prima”. 

Brusaferro ha sottolineato come il monitoraggio stia funzionando, senza registrare per ora contraccolpi dalle riaperture del 4 maggio: “Questo è un segnale positivo – ha detto il presidente Iss, intervistato da Michele Bocci -. Per le aperture del 18 maggio dovremo aspettare ancora qualche giorno per valutare meglio. È importante che il servizio sanitario e l’intero Paese adesso non abbassino l’attenzione”.

Laddove i dati dovessero registrare un’evoluzione preoccupante della curva epidemiologica, le regioni interverrebbero subito per adottare misure di controllo. 

Alla domanda su quanto ci vorrà per sconfiggere il virus, Brusaferro ribadisce che “siamo di fronte a un’epidemia che ha molti elementi di novità. Stiamo acquisendo nuove conoscenze e, grazie a queste, anche più strumenti per contrastarla. La disponibilità di un vaccino farà poi la differenza. Lo sforzo che dobbiamo fare è immaginarci un immediato futuro dove dovremo convivere ancora un po’ con questa situazione. Ci vuole uno sforzo unitario del paese in questo senso”.


Condividi la notizia:
31 maggio, 2020

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR