--
    Condividi: Queste icone linkano i siti di social bookmarking sui quali i lettori possono condividere e trovare nuove pagine web.
    • Facebook
    • Twitter
    • LinkedIn
    • Google Bookmarks
    • Webnews
    • Wikio IT
    • YahooMyWeb
    • MySpace
    • Y!GG
  • Stampa Articolo
  • Email This Post

Coronavirus - Il Codacons denuncia il surplus riportato con voce apposita in alcuni scontrini

Spunta la tassa Covid, aumentano i prezzi da 2 a 4 euro

Condividi la notizia:

Emergenza Coronavirus - Parrucchieri al lavoro

Emergenza Coronavirus – Parrucchieri al lavoro

Roma – Sugli scontrini spunta la tassa Covid, aumentano i prezzi da 2 a 4 euro.

L’Italia riparte. Parrucchieri, estetisti e bar riaprono. Ma il Codacons lancia un allarme.

ll Codacons denuncia infatti aumenti medi del 25% per il taglio dei capelli o messa in piega. In più spunta anche quella che è stata chiamata la “tassa Covid”. A riportare la notizia è Il Sole 24 Ore.

Un surplus da 2 a 4 euro, con tanto di voce a parte sullo scontrino. 

Il Codacons segnala anche che alcuni centri estetici impongono, per l’emergenza Covid, “kit obbligatori da indossare con costo extra di 10 euro a carico del cliente”.

La tassa Covid è riscontrata anche dall’Unione nazionale consumatori. “Si tratta di una sorta di tassa di sanificazione applicata da parrucchieri, estetisti e alcuni dentisti – spiega il presidente Massimiliano Dona -, una prassi scorretta che si sottrae forse anche da un punto di vista fiscale alla somma dovuta al consumatore”.


Condividi la notizia:
23 maggio, 2020

                               Copyright Tusciaweb srl - 01100 Viterbo - P.I. 01994200564Informativa GDPR