- Viterbo News – Viterbo Notizie – Tusciaweb – Tuscia News – Newspaper online Viterbo – Quotidiano on line – Italia Notizie – Roma Notizie – Milano Notizie – Tuscia web - http://www.tusciaweb.eu -

Sversamenti ex Cobalb nel lago, scatta il divieto di balneazione e di pesca

Condividi la notizia:
  • [1]
  • [2]

Montefiascone - Cobalb - La stazione di sollevamento [3]

Montefiascone – Cobalb – La stazione di sollevamento

Cobalb - Lo sversamento [4]

Cobalb – Lo sversamento

Montefiascone - Cobalb - La stazione di sollevamento [5]

Montefiascone – Cobalb – La stazione di sollevamento

Montefiascone – Sversamenti ex Cobalb nel lago, scatta il divieto di balneazione e di pesca.

Il sindaco di Montefiascone Massimo Paolini il 13 maggio ha emesso un’ordinanza di divieto di balneazione e di pesca nel tratto di lago di Bolsena limitrofo alla stazione di sollevamento 10 dell’anello di depurazione ex Cobalb dopo gli sversamenti di liquami dei giorni scorsi. 

Infatti il 23 aprile scorso, e poi in alcune giornate successive, ci sono stati diversi sversamenti di liquidi [6] da alcuni tombini dell’anello circumlacuale ex Cobalb nelle vicinanze della stazione di sollevamento numero 10 sul lungolago di Montefiascone.

Liquidi che sono finiti direttamente nelle acque del lago di Bolsena.

Per questo l’Arpa Lazio ha effettuato delle analisi da dove è emersa la presenza di una carica batterica riconducibile ad eschirichia coli superiore ai valori limite. 

Perciò è scattato il divieto di balneazione e di pesca per una superficie acquea di circa 5mila metri quadrati. 

“Nella nota del 12 maggio – si legge nell’ordinanza – l’Arpa Lazio, Dipartimento pressioni sull’ambiente servizio sezione provinciale di Viterbo unità controlli, ha comunicato che i risultati analitici del prelievo effettuato a Montefiascone, nel punto di coordinate 42.5538 – 11.9962, a seguito dello sversamento, costituito da refluo urbano non depurato, nelle acque del lago, rappresenta una carica batterica riconducibile ad eschirichia coli superiore ai valori limite”.

Per questo il sindaco ha ritenuto necessario disporre un divieto temporaneo di balneazione e di pesca nelle acque circostanti il punto di monitoraggio.

“Si ordina – continua nell’atto del sindaco – il divieto temporaneo di balneazione e di pesca, fino ad esito analitico favorevole, nel tratto di lago esteso, da 50 metri sud a 50 metri nord dal punto di coordinate geografiche 42.5538-11.9962 , per una superficie acquea complessiva di circa 5mila metri quadrati”.

Il sindaco ha inoltre disposto l’installazione e la manutenzione, per tutta la durata del divieto, della segnaletica per informare del divieto la cittadinanza e i frequentarori del lungolago. 

Michele Mari


Condividi la notizia:
  • [1]
  • [2]
  • Tweet [7]
  • [1]
  • [2]